16 Dicembre 2013

Lo shopping entra nel vivo Piace “Pesca lo sconto”

Lo shopping entra nel vivo Piace “Pesca lo sconto”

Lo shopping di Natale entra nel vivo, per cercare di rilanciare i consumi di fine anno, che secondo i dati di Codacons, hanno registrato a livello nazionale un crollo del 42% dal 2007, l’ anno precedente alla crisi, ad oggi. Anche a Morbegno, nonostante gli sforzi per cercare di stimolare la gente ad entrare nei negozi della cittadina, parlare di ripresa non è ancora possibile.«Dalla gloria alla sopravvivenza» «Siamo passati dagli anni della gloria a quelli della sopravvivenza – sintetizza con efficacia Roberto Bordoni, commerciante storico del centro di Morbegno – diciamo che si lavora, ma non quanto prima, anche se “Pesca lo sconto” ci sta aiutando, da noi abbiamo già ricevuto una ventina di buoni che potranno essere spesi dai nostri clienti anche dopo il 31 dicembre ed è una bella iniziativa anche quella dei mercatini di Natale, che, ne sono convinto, contribuiranno a vivacizzare la città, anche dal punto di vista dell’ indotto commerciale». Dominga Ciapponi dal negozio di giocattoli “Il gatto e la volpe”, nella centralissima via Vanoni, parla di un inizio lento, che però sta crescendo con l’ avvicinarsi del Natale: «Siamo partiti a fine novembre con un po’ di fiacca, ma adesso stiamo vendendo molto – chiarisce la negoziante – le famiglie non rinunciano agli acquisti da mettere sotto l’ albero per i più piccoli». Per le bambine quest’ anno vince tutto il mondo di Peppa Pig: la cucina, la fattoria, la carrozzina, i colori e i pennarelli, il servizio da tè o la batteria musicale. Per i maschietti c’ è più varietà: tengono duro le costruzioni, i giochi in scatola, intelligenti e creativi e naturalmente i videogiochi, ma per i più grandicelli. Il casual comincia a decollare in questi giorni. Maglioni, camicie, magliette, jeans sono regali graditi ed utili, adatti a vari target d’ età e budget di spesa.«Il grosso inizia adesso» «Il grosso delle vendite comincia adesso, dalla metà di dicembre – così Cristina Riva, dal negozio Clips di via Fabani – le prime settimane sono più tranquille, ma le domeniche si lavora bene, c’ è un bel giro di clientela e “Pesca lo sconto” è sempre apprezzato, quest’ anno forse anche di più visto che la gente ormai conosce il gioco». Davanti alle casette c’ è coda dalla mattina alla sera, soprattutto nei weekend, nelle due giornate dedicate agli acquisti dalla maggior parte delle famiglie. Va un po’ meno bene l’ articolo di taglio alto: gioielli ed orologi, soprattutto se di un certo prezzo. «Si fa molta fatica – dice Mario Trotti, dalla storica gioielleria Vitali, di via Nani – soprattutto i giovani tendono a standardizzarsi, vanno molto le fedine, quelle sottili, molto semplici, ma è più difficile riuscire a vendere i pezzi unici, più originali, diciamo che lo scontrino si è ridotto molto rispetto a qualche anno fa e i gusti si sono omologati, probabilmente influenzati dalla pubblicità». n.
maria cristina pesce

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox