25 Giugno 2002

“Litoranea, basta sosta selvaggia“

Appello di Veltroni. E l`Atac chiede i danni ai multati L`azienda denuncerà gli automobilisti colpevoli di interruzione di pubblico servizio. E per domenica promette una raffica di contravvenzioni

“Litoranea, basta sosta selvaggia“





Una striscia d`asfalto lunga poco meno di dieci chilometri. La Litoranea OstiaAnzio, tra l`ex Dazio e via di Pratica di Mare. Il tratto di costa romana più infuocato dell`estate. Soprattutto durante il fine settimana. Ma l`afa di questi giorni c`entra poco. Di giorno vede l`arrembaggio dei fan della tintarella alle spiagge calamita di Castel Porziano e Capocotta. Di notte sempre assalto ma alle sabbie danzanti di One Love. Il risultato non cambia. In entrambi casi, traffico in tilt, sosta selvaggia e mezzi pubblici bloccati. E per gli happening di One Love gli ambientalisti denunciano «aggressioni» all`ecosistema di Capocotta.
Il sindaco Walter Veltroni, tirato da tutte le parti, scende in campo, appellandosi alla sensibilità dei romani: «Chiediamo ai cittadini di fare uno sforzo, di servirsi del mezzo pubblico, utilizzando il parcheggio di scambio e non lasciare l`auto in sosta vietata». Rispetto alla ventilata possibilità dell`Atac di ridurre, se non addirittura eliminare, le «linee del mare» Veltroni, dopo uno scambio d`idee con il prefetto Emilio del Mese, ha detto a chiare lettere che «i collegamenti pubblici cittàspiagge devono essere garantiti. All`azienda il compito di decidere come effettuarli». Nel frattempo l`amministrazione si sta impegnando a reperire nuove aree sosta da adibire a parcheggi di scambio. «Siamo in trattativa con Pomezia per un terreno di quattro ettari che può contenere migliaia di posti auto», annuncia Paolo Orneli, delegato del sindaco per il litorale. Mentre Davide Bordoni, il minisindaco di Ostia ricorda: «A giugno e luglio, i romani ancora in città si riversano sulle nostre spiagge, è un fenomeno stagionale che si ripete, ci dobbiamo confrontare con un milione di persone».
Da Angelo Bonelli, capogruppo dei Verdi alla Regione, misure draconiane: «Durante il weekend chiusura totale alle auto, dall`ex Dazio a via di Pratica di mare, con permessi e deroghe soltanto per mezzi pubblici, per chi lavora, e per i mezzi di soccorso». Ed il Codacons invita gli utenti del jumbo bus, il collegamento pubblico della Litoranea, a chiedere un risarcimento dei danni. L`associazione dei consumatori assisterà tutti coloro che hanno atteso più di un`ora il passaggio dei jumbo chiedendo al giudice di pace per loro conto «un equo indennizzo per lo stress cui sono stati sottoposti».

Ma l`Atac passa al contrattacco, chiederà alla polizia municipale i verbali di domenica per denunciare quegli automobilisti colpevoli d`interruzione di pubblico servizio. «E nel prossimo fine settimana, dodici bus al posto degli attuali sei, ma due squadre di ausiliari del traffico si alterneranno per multare automobili e moto che intralceranno il trasporto pubblico – ha detto il presidente Mauro Calamante – Su quel tratto di strada le regole devono essere rispettate, vedremo se gli automobilisti impareranno che questa via non è terra di nessuno. Già da domenica sera forniremo un bilancio».
Querelle One Love. I naturisti dell`Uni Lazio sempre più inferociti scrivono al prefetto di Roma invocando la fine dei party notturni. «E` il momento di verificare la regolarità delle cubature dei chioschi, la presenza del lavoro nero e se sono sufficienti i marinai di salvataggio. Se fossero accertate delle violazioni il Campidoglio deve ritirare immediatamente le concessioni, così come previsto dai capitolati d`appalto». «Non c`è nulla di male, manifestazioni come questa si tengono in molte città, ma è importante che sappiano garantire la tutela dell`ambiente», stempera gli animi il sindaco Veltroni, e per questa mattina alle nove ha indetto un mini summit in Campidoglio con gli organizzatori degli happening musicali, gli assessori all`ambiente ed alla cultura Dario Esposito e Gianni Borgna. «Si deciderà insieme, in clima di grande serenità, se mantenere la manifestazione a Capocotta o farla da qualche altra parte».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this