24 Giugno 2021

Liti tra vicini per gli animali «Guerra ai proprietari incivili»

 

«Dietro il latrare del cane, le paure e le insofferenze degli animali domestici nonché i cattivi odori dovuti da una scarsa igiene dell’animale, si nasconde l’incapacità di gestione e cura da parte dell’uomo». Lo afferma il Codacons, che lancia in Umbria un’azione contro i proprietari maleducati di cani che fanno defecare il proprio animale sui marciapiedi senza raccogliere gli escrementi, o che arrecano disturbo ai vicini lasciando abbaiare i cani in modo incessante e non provvedendo alla cura dell’igiene degli stessi, generando odori molesti nei condomini.
«Anche in Umbria tra i primi motivi di liti e controversie condominiali ci sono proprio gli animali domestici, che sfociano in cause legali ad esempio quando abbaiano disturbando la quiete del vicinato, o quando sporcano le aree comune spiega il Codacons Problemi che sono imputabili non certo all’animale, ma all’incapacità dei padroni di gestire e accudire il proprio cane nel rispetto degli altri cittadini, calpestando il sacrosanto diritto a vivere la casa, le occupazioni, il lavoro, lo studio ed il riposo».
Per tale motivo il Codacons, a seguito delle crescenti segnalazioni ricevute dai cittadini della regione circa problemi legati alla scarsa cura dei cani, lancia oggi una azione legale mettendo a disposizione degli utenti un modulo da inviare alle Asl locali laddove si ritiene sussistere una cattiva cura ed una scarsa condizione igienica dell’animale.
Modulo che può essere scaricato alla pagina https://codacons.it/anche-tu-sei-vittima-di-rumori-molesti-provocati-dagli-animali-dei-tuoi-vicini-e-della-piu-totale-maleducazione-dei-loro-padroni/
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox