23 Ottobre 2011

Liste di attesa, esposto in Procura

Liste di attesa, esposto in Procura
 

Un esposto alla Procura della Repubblica per verificare il mancato rispetto dei tempi di attesa normativamente previsti nelle diverse strutture sanitarie. Lo presenterà presto il Condacons. «Il paziente – ha affermato Francesco Tanasi del Codacons – si vede costretto a dover attendere diversi mesi, a volte anche sette o otto, tra la richiesta e la visita, sebbene il Piano regionale per il governo dei tempi di attesa per il triennio 2011-2013, preveda il rispetto di tempi ben precisi. I motivi delle lunghe attese sono diversi, e vanno dall’ inadeguatezza della strutture territoriali, carenti per numero e personale, alla inutilità del Cup, centro unificato prenotazioni per visite e diagnostica, costituente un vero "disastro". I disagi cagionati dal Cup ai pazienti si rilevano dai giorni di attesa per una visita: 550 giorni di attesa per una mammografia, 365 per una risonanza magnetica, 350 per una ecografia, 285 per una visita di endocrinologia, 160 per un elettroencefalogramma». Secondo Tanasi i motivi delle lunghe attese sono «diversi e non soltanto legati al Cup, ma di ciò non può pagarne le conseguenze il cittadino, anzi più precisamente il paziente. Non è possibile – conclude Tanasi – che i cittadini affrontino centralini intasati, orari limitativi e operatori sprovveduti per prenotare una visita medica, occorre dare un servizio celere e tangibile ai pazienti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox