fbpx
20 Novembre 2010

Liste d’ attesa interminabili: fatevi risarcire

DA LASTAMPA.COM

Sembra incredibile, ma ovunque ci si rechi per fare o richiedere esami è sempre pieno di gente. Non si sa se ci sono davvero così tante persone malate o se i medici non siano più capaci a fare diagnosi senza richiedere esami specifici. A livello pratico, tuttavia, le persone che hanno davvero necessità, come i malati di tumore, spesso sono costrette ad attendere diversi mesi. È tutto ciò è abbastanza grave perché attendere sei mesi, per un malato di tumore potrebbe pregiudicare la sua stessa vita, o arrivare troppo con per le terapie. C’ è solo un mezzo, secondo il Codacons per dare fine a questo calvario: ricorrere alle aule giudiziarie. È davvero triste dover arrivare a questo punto, ai giorni nostri però non sembrano esserci alternative. Secondo il Codacons, la legge stabilisce i tempi massimi per le prestazioni sanitarie che sono fissati in 30 giorni per quelle specialistiche e 60 per la diagnosi strumentale. Questi tempi però non vengono rispettati quasi mai e chi ci rimette, tanto per cambiare, sono i cittadini. E non stiamo parlando di cittadini qualunque, ma di malati. E la differenza, in questo caso, è notevole. È stato proprio il Codacons che ha recentemente presentato la prima causa pilota insieme all’ Associazione Articolo32. La prima causa è stata portata dinanzi a un Giudice di pace a Roma. La richiedente era una psicologa che dovendo sottoporsi a cure oftalmiche urgenti non aveva la possibilità di aspettare otto mesi per la lista d’ attesa. A questo punto ha dovuto rivolgersi a un centro medico privato e poi richiedere il rimborso al SSN. "Lo Stato, se non può garantire tempi dignitosi nella sanità pubblica, deve introdurre indennizzi diretti in favore di quei cittadini che, non potendo aspettare i lunghi tempi delle liste d’ attesa , si rivolgono a studi privati, sostenendo costi maggiori" – spiega il presidente Carlo Rienzi. Se anche voi vi trovare in questa situazione, rivolgetevi al Codacons o comunque chiedete il risarcimento. Se avete bisogno di una visita urgente, fatela urgentemente. È un vostro diritto. ( lm&sdp ) Image: © Photoxpress.com Source: ufficio stampa Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox