28 Agosto 2001

LIPOBAY: I RISULTATI DELL?INCONTRO ALL?ASSESORATO ALLE POLITICHE SOCIALI

    LIPOBAY: I RISULTATI DELL?INCONTRO ALL?ASSESORATO ALLE POLITICHE SOCIALI DEL COMUNE DI ROMA TASK FORCE DI MEDICI, FARMACOLOGI E RAPPRESENTANTI DEL CODACONS IN SOCCORSO DEGLI UTENTI

    MEDICO INDAGATO PER LA MORTE DELLA PAZIENTE DOPO ASSUNZIONE DI LIPOBAY: IL CODACONS SI COSTITUISCE PARTE CIVILE







    Si è concluso da poco l?incontro presso l?Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma tra il CODACONS, Federfarma, Singi, Farmacop e Fimmgi. Dopo l?esplosione del caso ?Lipobay? si è reso necessario discutere le modalità di informazione agli utenti in caso di emergenza sanitaria. Nell?incontro il CODACONS ha proposto di istituire una task force composta da medici internisti, medici di base, farmacologi e rappresentanti del CODACONS che possa assistere gli utenti in caso di bisogno attraverso linee telefoniche appositamente adibite. Lo scopo di questa task force è quello di informare e assistere gli utenti in tutti i casi di emergenza sanitaria. Interessante notare come, durante la riunione, la FIMMGI (l?associazione dei medici generici), abbia evidenziato l?assenza di una rete capillare di informazione istituzionale che dovrebbe fare capo al Ministero della Salute.
    L?associazione ha dichiarato di avere una rete capillare solo presso le farmacie, le quali comunicano le modifiche ed i ritiri dei prodotti. Tra le altre cose i medici hanno sottolineato come, in pochissime ASL, siano attivi i dipartimenti di Farmacovigilanza, obbligatoriamente previsti dalla legge.

    E? giunta intanto notizia dell?iscrizione nel registro degli indagati del medico curante di Aurora Rongione, la donna di 77 anni, di origini campane, morta venerdì al Sant`Eugenio di Roma, dopo l?assunzione di Lipobay. Il CODACONS, che aveva presentato un esposto in merito, annuncia di costituirsi parte civile nel processo.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox