27 Agosto 2001

LIPOBAY: ALTRI DUE CASI SEGNALATI AL NUMERO DEL CODACONS

    CASO LIPOBAY: A TORINO IL CODACONS CHIEDE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI INDAGARE SUGLI ALTRI FARMACI TRA CUI L?ERITROMICINA CHE INTERAGISCONO CON LE STATINE PER VERIFICARE QUALI SONO LE AVVERTENZE NEGLI STESSI CONTENUTE ALTRI DUE CASI – RITENUTI ATTENDIBILI DAGLI ESPERTI MEDICI DEL CODACONS -DI RABDOMIOLISI CON GRAVE INSUFFICIENZA RENALE DA STATINE SEGNALATI AL NUMERO DEL CODACONS DI ROMA

    IL CODACONS CHIEDE AL PM. DOTT. DI SALVO DI ACQUISIRE LE CARTELLE CLINICHE DI UN PAZIENTE CHE E? STATO RICOVERATO AL S. EUGENIO NEL MAGGIO 2001 PER SOSPETTA RABDOMIOLISI DA STATINE E DI UN`ALTRA DONNA RICOVERATA AL PERTINI IL 4 OTTOBRE 2000 PER NECROSI MU







    Il Codacons prolunga il servizio telefonico messo a disposizione degli utenti per la consulenza medico legale per i casi di assunzione di statine e interazione con altri farmaci. Segnalazioni giungono da tutta Italia con l?invio di numerosi fax.

    Durante la mattinata alla segnalazione del sig. Giancarlo Iocca, del 23 agosto 2001 che ha riferito di essere stato ricoverato al S.Eugenio e che nella sua relazione clinica neurologica del 3 maggio 2001 i medici dell?ospedale avrebbero dichiarato la diagnosi di ?rabdomiolisi da statine?, di cui però il Codacons si riserva di verificare la cartella clinica, si è aggiunta quella della figlia di una signora di Roma, che ha telefonato dal luogo di vacanze in cui si trovava, che segnalava come sua madre fosse stata ricoverata al Pertini, in seguito a grave astenia alle gambe e le fosse stato diagnosticato una necrosi muscolare e blocco renale. La signora, raccontava la figlia, ha assunto per un anno la combinazione del Cervasta e della Loptid per ipercolesterolemia e ipertriglieceridemia, dopo alcune mesi ,nell?agosto del 2000, la stessa aveva avuto questi gravi problemi (insufficienza renale e miopatia)che ne avevano provocato il ricovero al Pertini. Successivamente i medici del Pertini e il neurologo le hanno diagnosticato la rabdomiolisi con insufficienza renale risoltasi spontaneamente nelle successive tre settimane. I medici dell?ospedale avrebbero segnalato alla Farmacovigilanza del Ministero della Sanità il caso. Attualmente la sig.ra è in buone condizioni.

    Nel secondo si tratta di una biologa farmacista di Padova di 53 anni che assumeva Cervasta, dopo circa 12 settimane aveva avuto segni di miopatia (adinamia, dolori muscolari) sospeso il farmaco c?era stata la segnalazione da parte del suo medico curante alla farmacovigilanza della ASL di Padova il 10.09.2000, attualmente miglioramento dei dolori muscolari ma comparsa di dolori toracici anteriori di tipo anginoso.
    Proprio in virtù di queste tre gravi segnalazioni, a cui ne sono seguite altre fortunatamente meno gravi, il Codacons ha presentato un esposto al pm. Dott. Di Salvo che già segue le indagini sul decesso avvenuto al S. Eugenio per sospetta rabdomiolisi da interazione di ciclosporine e cerivastatina, con la richiesta specifica di estendere le indagini a questi casi e sequestrare le cartelle cliniche e tutta la documentazione attinente ai pazienti segnalati per chiarire se ci siano state omissioni e/o negligenze da parte degli organi di vigilanza sui farmaci e delle stesse ditte produttrici dei farmaci.
    Inoltre oggi è partito anche l?esposto presentato al Procuratore della Repubblica di Torino con cui si chiede di verificare nei c.d. bugiardini dei farmaci che interagiscono con le statine se sono state riportate compiutamente le indicazioni e le eventuali controindicazioni per assumere quelle sostanze ( ciclosporine, acido fibrico, acido nicotinio, itranazolo) combinate con le statine (Una indagine inversa condotta anche nei confronti degli altri farmaci che vanno assunti attentamente insieme alle statine).

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox