3 Gennaio 2010

L’influenza A’ Un bluff anche nei test fai da te

 
La battaglia legale collettiva, dunque, si giocherà sulla base di scritte più o meno sibilline o di una pubblicità ingannevole da parte dell’azienda farmaceutica. Ma di prodotti che non sono serviti a nulla, per restare sull’argomento suina, se ne sono venduti a bizzeffe. Come le confezioni dei gel per le mani antigermi che alla fine procurano più danni che effetti positivi, come le mascherine che servono solo ai malati ma non fanno prevenzione, e per finire con il kit fai da te sotto accusa. Tutti prodotti farmaceutici che alla fine pesano sul bilancio familiare ma che la gente compra, usa o lascia sullo scaffale del bagno e poi non ci pensa più. Chi si è tenuto, per esempio, lo scontrino del kit da 14 euro per un eventuale rimborso collettivo’ Uno, due, tre persone su mille’ Non è neppure scaricabile dalle tasse e quindi inservibile per altre occasioni. L’iniziativa del Codacons, tanto pubblicizzata, potrebbe dunque essere un flop per mancanza di adesioni della base dei consumatori. Già, perché, quelle della class action sono regole fresche fresche di stampa e interessano gli illeciti commessi dal luglio scorso. Proprio quando scoppiò la psicosi della suina.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox