28 Luglio 2020

«Lido spiaggia più cara d’ Italia» La classifica fa arrabbiare gli hotel

LIDO «La spiaggia del Lido è la più cara d’ Italia». Si ripropone, anche quest’ anno il solito ritornello a cui, in questo periodo dell’ anno nell’ isola sono abituati. E, inevitabilmente, scoppia la polemica tra operatori e albergatori che rispediscono al mittente le considerazioni della ricerca. Un duello che torna ormai (quasi) ogni anno e certamente farà discutere a lungo. Specie in un periodo come questo, post pandemia, con il turismo e la città in forte crisi. A dare fuoco alle polveri, questa volta, è un’ indagine del Codacons che ha elaborato la classifica 2020, aggiornandola al mese di luglio, post Coronavirus. Un’ indagine che prende in esame i prezzi per l’ affitto della cabine, sdraio e ombrellone negli stabilimenti balneari più esclusivi e vip d’ Italia. In graduatoria di questa speciale classifica troviamo al primo posto la spiaggia del Lido e, nello specifico, quella dell’ Excelsior dove, stando ai dati Codacons, una capanna in prima fila con lettino, due sedie a sdraio con cuscini e un tavolo da spiaggia può arrivare a costare 453 al giorno, l’ intera stagione 9.050 euro. Al secondo posto c’ è, invece Forte dei Marmi (Augustus Hotel) in cui la quotazione di una tenda dotata fi lettino queen size due lettini e sdraio avrebbe una quotazione giornaliera avrebbe la quotazione di 450 euro al giorno. Al terzo posto il Twinga di Marina di Pietrasanta dove per una tenda araba si paga 400 euro al giorno. Dunque con i suoi 453 euro al giorno il Lido di Venezia si ritrova in testa alla classifica, anche se, sempre nella spiaggia dell’ Excelsior, c’ è un ampio ventaglio di tariffe e proposte con valori di mercato decisamente più bassi e, comunque, i prezzi medi sono più bassi. Perciò l’ equazione di Lido spiaggia più cara d’ Italia, non sta bene al presidente della delegazione Lido dell’ Associazione Veneziana Albergatori, Antonio Vianello, che passa al contrattacco. «L’ indagine del Codacons non fa onore alla verità – argomenta Vianello – e specie in un periodo difficile come questo bisognerebbe avere maggiore equilibrio, dire le cose complete e corrette ed evitare posizioni che potrebbero essere un effetto boomerang e innescare polemiche su cose che poi non corrispondono alla realtà che noi lidensi viviamo tutti i giorni e che i veneziani conoscono benissimo. Ma gli ospiti che arrivano da fuori potrebbero essere, ingiustamente, tratti in inganno». E Vianello spiega: «Non è affatto vero che il Lido sia la spiaggia più cara d’ Italia, anzi qui si può venire al mare anche a costo zero, visto le ampie parti del litorale a fruizione libera che si possono trovare, anche ben attrezzate e con servizi. Tutti sappiamo che un ombrellone al Lido costa in media 20 euro al giorno, anche con promozioni e agevolazioni, se lo si utilizza per un lungo periodo. 20 euro al giorno,non 453 euro. Non si può prendere come parametro l’ Excelsior, la spiaggia più prestigiosa, e le capanne per fare un discorso generale. In ogni località andrebbe dato un massimo e un minimo». © RIPRODUZIONE RISERVATA.
lorenzo mayer

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox