7 Ottobre 2017

«Liberiamoci dalla Sorical»

MELITO La penuria d’ acqua nelle abitazioni di Condofuri, registrata durante la scorsa estate deve indurre a ricercare soluzioni alternative per prevenire ulteriori pesanti disservizi. Addirittura il consigliere comunale di minoranza Antonino Vadalà è convinto che occorre tagliare la “dipendenza” dalla Sorical, per passare a una gestione autonoma. Sull’ argomento Vadalà ha presentato una mozione scritta, chiedendo al Consiglio comunale di pronunciarsi in una seduta da convocare appositamente. «Ho presentato -spiega – una mozione inerente la gestione autonoma del servizio idrico. La Sorical, in modo arbitrario, ha ridotto la somministrazione di acqua potabile ai comuni morosi per indurli a pagare, determinando in più di un’ occasione la netta presa di posizione del Codacons, che ha chiesto l’ intervento della Procura della Repubblica “per evitare ripercussioni sulla salute pubblica”, ipotizzando anche il reato di interruzione di pubblico servizio. I costi del servizio sono elevatissimi e di scadente qualità». Prendendo a riferimento i comuni dell’ hinterland che «a causa dei continui disagi e dei costi elevatissimi, con coraggio, hanno deciso di recidere il rapporto con Sorical e gestire in modo autonomo il servizio», Vadalà chiede al consiglio comunale di Condofuri di fare altrettanto. «Adesso tocca a noi. La gestione autonoma del servizio idrico integrato – conclude – è giustificata e incentivata dall’ autosufficienza, in quanto il nostro territorio comunale è ricchissimo di acqua. I costi potranno così essere abbattuti».(g.t.)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox