9 Giugno 2007

LIBERALIZZAZIONI/CONSUMATORI A GOVERNO:RESPINGERE PRESSIONI LOBBY

Roma, 9 giu. (Apcom) – Il Codacons e l`Adusbef chiedono al Senato di “respingere le pressioni fatte dalle lobby“ e invitano il Governo a “vergognarsi per non aver mantenuto le promesse fatte ai cittadini, capitolando sulle assurde pressioni dei farmacisti, notai, banchieri e tassisti“. E` quanto affermano i presidenti delle due associazioni dei consumatori, Elio Lannutti e Carlo Rienzi, in merito al dibattito sulle liberalizzazioni. I consumatori contestano “questo strapotere dei notai che mantengono l`esclusiva sulla cessione degli immobili di valore non superiore a 100 mila euro, dei banchieri che difendono con i denti la commissione di massimo scoperto, dei benzinai che bloccano il riordino dei distributori, dei tassisti che mantengono sempre più esclusive“. Secondo Adusbef e Codacons “non bisogna certo trascurare le Ferrovie che hanno bloccato la liberalizzazione delle tratte più remunerative e la lobby per impedire la liberalizzaznione della gestione delle acque e l`abolizione del pubblico registro“. Ma il peggior “affronto“ è quello dei farmacisti “supportati dal ministro Livia Turco che si è fatta portavoce dei 16.000 privilegiati di questa categoria. I consumatori subiscono un brutto ko e vengono sconfitti per 10 a 0“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox