fbpx
29 Luglio 2019

Lezioni private, il business dei rimandati

l’ aiuto per chi deve riparare a settembre. le famiglie spendono in media 650 euro l’ anno
MILANO SFIORA IL MILIARDO di euro il business delle ripetizioni private per gli studenti – in media uno su quattro – che hanno sulle spalle un debito formativo da recuperare a settembre. La stima è stata calcolata l’ anno scorso dal Codacons e le cifre, spiegano dall’ associazione dei consumatori, rimangono stabili anche quest’ anno. Il fenomeno si concentra nei mesi estivi, in vista del recupero a settembre, o durante le vacanze natalizie e pasquali per chi ha ancora speranza di sanare lacune e brutti voti durante l’ anno e conquistare la promozione. È un piccolo esercito quello degli studenti che d’ estate si trascinano il debito: nella scuola secondaria di secondo grado oltre il 22% degli alunni, secondo i dati del Miur degli ultimi anni scolastici, deve sostenere la prova di appello di settembre in una o più materie. RICORRONO alle lezioni private il 52% degli studenti delle superiori, il 34% alle medie, il 43% all’ università. Ma ci sono anche alunni delle elementari e in particolare bambini che presentano disturbi dell’ apprendimento e che la famiglia cerca di aiutare per recuperare eventuali difficoltà. Il numero più alto di insufficienze si trova tra gli studenti dei tecnici (26,1%) e dei professionali (24%), il più basso tra i liceali (19,1%). Tra le materie più ostiche si conferma matematica, soprattutto al primo anno, poi italiano e la lingua straniera. Secondo uno studio elaborato dal Codacons sulle lezioni private nel corso dell’ anno una famiglia spende circa 650 euro in ripetizioni, ma la spesa sale e può raggiungere i 950 euro all’ anno se la materia da recuperare è il greco. Cifre che raddoppiano in caso di debito formativo e di ripetizioni anche durante l’ estate. La stessa indagine rivela che Milano è la città più costosa: qui, se si ricorre a un docente universitario, un’ ora di ripetizione di greco può arrivare a costare anche 50 euro. IN MEDIA il costo di un’ ora di ripetizione per uno studente delle superiori è intorno ai 25-30 euro (che lievitano fino a 40-50 per la lezione privata di un docente universitario). Per un alunno delle scuole medie il prezzo è in media intorno alle 10-15 euro l’ ora. Secondo uno studio della Fondazione Einaudi il 90% delle lezioni è in nero e della proposta che il governo ha avanzato nell’ ultima legge di bilancio di una flat tax al 15% per le lezioni private se ne sono un po’ perse le tracce. Per la ricerca di un docente, oltre al passaparola, il web offre alternative con siti che mettono in contatto domanda e offerta. UN SISTEMA del genere è stato creato dal portale Skuola.net: on line ci sono le foto dei professori (oltre 30mila quelli iscritti per una piazza virtuale di circa 3 milioni di studenti), le recensioni, i voti, i prezzi (si parte dagli 8 euro arrivando fino a 30 euro) ed è possibile pagare i docenti da parte dei genitori con carta di credito, con bonifico bancario o via Paypal. I tutor sono distribuiti in tutti i grandi comuni del Paese e in oltre 5 mila piccoli centri. Migliaia le ore di ripetizione erogate, ogni tutor può offrire disponibilità a spostarsi ma in caso contrario c’ è sempre Skype per una lezione online. I prof sono per metà studenti universitari e per metà laureati e docenti di professione. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
veronica passeri

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox