fbpx
29 Aprile 2002

L?Eurostar si bloccò, le Fs condannate

SENTENZA PILOTA


L?Eurostar si bloccò, le Fs condannate:
770 euro di risarcimento a tre passeggeri


ROMA – L?Eurostar che si blocca in galleria, l?aria condizionata ferma, i passeggeri al buio. Il tempo che passa senza che nulla succeda, l?agitazione che cresce fra i viaggiatori. Scene viste spesso, purtroppo, sulla rete ferroviaria italiana. Ma questa volta un giudice di Pace ha deciso che il viaggiatore per i disagi patiti ha diritto a un congruo risarcimento: 770 euro, cifra che le Ferrovie dello Stato dovranno pagare a tre passeggeri che tramite il Codacons si sono rivolti alla magistratura per far valere le proprie ragioni di utenti insoddisfatti.

I fatti risalgono al 30 maggio 1998 quando l`Eurostar proveniente da Napoli e diretto a Milano fu bloccato nella galleria di Monte Collarino, subito dopo Capena, per la caduta di un isolatore da un palo della linea elettrica piombato sul vetro della locomotiva. Tre passeggeri si rivolsero al Codacons, in particolare all`avvocato Manuela Sorrentino, per promuovere la causa di risarcimento. Per ciascuno di loro le Fs sono state condannate a pagare anche 200 euro per le spese legali.

«Si tratta di una sentenza – afferma l`associazione di utenti e consumatori in una nota – che apre la strada anche alle migliaia di casi di ritardi per le partenze degli aerei e per le lunghe code in autostrada».
Il giudice di pace ha riconosciuto «il grave turbamento psicofisico imputabile alle Fs – è detto nella nota dell`associazione – in quanto per imperizia e negligenza dei propri servizi tecnici ha provocato il prolungarsi di uno stato di sofferenza ben oltre il limite del ragionevole e del sopportabile».
Inoltre, «quattro ore per portare fuori dal tunnel l` Etr – sono le motivazioni del giudice riportate dal Codacons – rappresentano un tempo enorme che ha fatto sfiorare ben più tragiche conseguenze; un tempo che può essere spiegato solo con un notevole grado di disorganizzazione ed impreparazione dell`apparato tecnico delle Fs e lascia presumere la mancanza di piani operativi per fronteggiare situazioni di emergenza».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox