13 Novembre 2000

· Lettera aperta del CODACONS ai piccoli azionisti:

    attenzione ad investire in titoli azionari bancari. Sui bilanci delle banche pesa la richiesta di restituzione da parte degli utenti di circa 100.000 miliardi per interessi passivi non dovuti Le azioni giudiziarie per ottenere i risarcimenti degli interessi illegittimamente pagati potrebbero determinare conseguenze sulla redditività delle banche e di conseguenza sull?andamento dei titoli azionari.

    · Presso la sede Codacons di Milano il fac-simile per la lettera di contestazione alle banche e per il ricorso al Giudice di Pace

    Dopo la recente sentenza della Corte Costituzionale sugli interessi non dovuti alle banche, il Codacons ha diffuso una lettera aperta rivolta a tutti i piccoli azionisti, per segnalare come l?andamento dei titoli azionari degli istituti di credito potrebbero risentire delle conseguenze delle migliaia di richieste di risarcimento degli interessi non dovuti che sono partite da tutta Italia.
    Nelle scorse settimane, infatti,è stata diffusa la notizia che il credito degli utenti nei confronti degli istituti di credito per somme illegittimamente addebitate sarebbe quantificabile in circa 100.000 miliardi. E? a tutti evidente che una simile somma può incidere sensibilmente sui bilanci delle banche e di conseguenza sulla redditività dei relativi titoli azionari. Nel mercato borsistico ciò potrebbe portare ad una diminuizione del valore delle azioni bancarie.
    Il Codacons ricorda che tutti coloro che si sono visti addebitare nel corso degli anni degli interessi passivi con una periodicità inferiore all?anno possono oggi rivendicare il rimborso delle quote versate in eccesso. Le banche calcolavano infatti in modo diverso gli interessi passivi e quelli attivi per il cliente, mentre i primi venivano conteggiati da parte degli istituti di credito trimestralmente, i secondi venivano calcolati solamente con scadenze annuali. Si determinava così una situazione di evidente disparità per cui gli utenti fruivano dei propri interessi una volta all?anno, mentre le banche per ben quattro volte, godendo oltretutto degli ?interessi sugli interessi?.La Consulta ha sancito l?illegittimità di quel provvedimento che sanava la condotta degli istituti di crediti sino al 1 luglio 2000.
    Per rispondere alle richieste dei consumatori, il Codacons ha istituito degli sportelli SOS BANCHE.In particolare i cittadini rivolgendosi al Codacons potranno ricevere la lettera da inviare al proprio istituto di credito per richiedere la restituzione del ?maltolto? nonché l?eventuale fac-simile di ricorso al Giudice di Pace.
    Il Codacons invita quindi gli utenti a rivolgersi senza esitazione alle sede dell?associazione di Milano via Cusani n. 5 per il ritiro di detti moduli (tel. 02-862438; 02-72003831, fax 02-86460518, posta elettronica codacons.lombardia@tiscalinet.it) dal lunedì al venerdi dalle ore 9.30 alle 13..30 e dalle 14.30 alle 18.30.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox