3 Luglio 2000

L?ENEL E L?AUTORITA? PER L?ENERGIA INSIEME

    CON ALCUNE ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI FISSANO ?NUOVE REGOLE? A ?FAVORE? DEGLI UTENTI IL CODACONS CONTESTA DURAMENTE LE NUOVE REGOLE E CHIEDE EFFETTIVA EFFICIENZA E RISARCIMENTI AGLI UTENTI

    Si è fatto un gran parlare in questi giorni delle ?nuove regole? fissate dall?Autorità per l?Energia a ?favore? degli utenti elettrici.

    Ecco di cosa si tratta:

    1. le attivazioni e riattivazioni dell?utenza devono avvenire entro 5 giorni. Ossia, viene così dichiarato legittimo un abnorme ritardo di 5 giorni nel fornire un servizio essenziale come l?energia elettrica. Immaginiamo un utente che resta senza luce per 5 giorni quanto sarà felice !! Si tratta ovviamente di una misura doverosa che sposta a 5 giorni anche gli allacci che fino ad oggi venivano fatte in 24 ore (all?estero massimo in 48 ore).
    2. I distacchi della luce possono avvenire solo dopo la spedizione di una raccomandata di avvertimento all?utente e solo se l?inadempimento sia superiore al deposito versato al momento del contratto. Si tratta di disposizione ridicola: l?obbligo di avvertire prima l?utente inadempiente è previsto in Italia dal codice civile e fin dal 1942 (!!). Il deposito, di 10.000 lire, viene sempre superato, laddove il distacco, secondo il codice civile, può essere fatto solo se l?inadempimento eguale almeno a 2 o 3 bollette. Quindi anche questa è una regola dannosa.
    3. Il risarcimento automatico è irrisorio. La Corte Costituzionale da tempo ha stabilito che l?utente se subisce un danno dalla interruzione di un servizio pubblico no è vincolato al risarcimento automatico prefissato ma può agire in giudizio per il ristoro del danno effettivamente subito (pensiamo ad un mancato allaccio per 10-15 giorni in una azienda che non può lavorare senza energia elettrica !!).
    4. Non sono previsti risarcimenti per la causa di danno più frequente: e cioè la interruzione di corrente e, soprattutto, le mininterruzioni che cancellano i testi da computers ecc. ecc.

    In conclusione, siamo ben lontani dai principi di efficienza del servizio e rispetto dell?utente. Avrebbe fatto meglio l?Autorità per l?Energia a non scoprire almeno quel che avviene oltreoceano o nei Paesi più civili d?Europa.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox