24 Marzo 2020

L’emergenza coronavirus «infierisce su una sanità indebolita dal Piano di rientro»

Riccio si sofferma quindi su quella che è una delle croniche criticità del capoluogo: la mancata integrazione delle Aziende ospedaliere “Pugliese-Ciaccio” e “Mater Domini”, affermando che «consentirebbe una migliore integrazione tra assistenza sanitaria e didattica in strutture tecnologicamente avanzate insieme alla concentrazione di risorse economiche utilizzabili per la realizzazione di un unico polo, eliminando i costosi doppioni che nella sanità calabrese hanno fino ad oggi imperato». Uno scenario ancor più necessario di fronte a un’ emergenza coronavirus della quale ancora non si conosce durata e impatto finale sulla società. Ecco perché a suo avviso «il governo regionale ha l’ onore e l’ onere di aprire un cammino che porti lontano dall’ emergenza fuggendo da demagogia e retorica per ripensare lo sviluppo della Calabria e costruire un percorso di crescita moderno». Dalla situazione di crisi, Riccio propone di uscire anche con iniziative «che restino nel tempo per migliorare la qualità della vita dei calabresi, ripartendo dalla sanità e mettendo fine agli sprechi, come il mancato utilizzo di complessi edilizi». Il suo riferimento è «all’ Ospedale vecchio di via Acri, Villa Bianca a Mater Domini, l’ ex edificio della Giunta regionale in viale de Filippis, il Seminario in viale Pio X, l’ ex struttura manicomiale di Girifalco». E per mettere fine a questa situazione il consigliere chiede ai parlamentari calabresi «di prodigarsi per porre fine al piano di rientro, una farsa che dopo dieci anni si mostra come il più terribile degli accanimenti». Donazione La Federazione italiana sindacale medici uniti-Fismu esprime soddisfazione per lo stanziamento di ventimila euro deciso dall’ Ordine dei medici di Catanzaro per l’ acquisto di dispositivi di sicurezza (Dpi) per i professionisti impegnati al “fronte” coronavirus. «In questa grave situazione – sottolinea Francesco Esposito, segretario generale Fismu – l’ Ordine dà prova di concretezza. Domani (oggi, ndr) saranno già distribuite le prime 700 mascherine, in attesa che arrivino le altre chieste dal consiglio dell’ Ordine». I tamponi «Per contenere l’ epidemia è necessario che la Regione disponga l’ esame diagnostico per l’ accertamento del contagio nei confronti dell’ intera popolazione, a partire dal personale del settore sanitario pubblico e privato, forze dell’ ordine e Vigili del fuoco». È la richiesta del Codacons che ha inviato alla Regione e alle Asp calabresi una diffida ad adottare misure urgenti per la salvaguardia del diritto alla salute. Ventilatori polmonaridonati al “Pugliese” Il Consiglio d’ amministrazione della Casa di Cura Villa del Sole di Catanzaro, d’ intesa con il direttore sanitario Vincenzo Arcuri, d’ accordo con il commissario straordinario Giuseppe Zuccatelli, ha messo a disposizione dell’ ospedale “Pugliese Ciaccio” tre ventilatori polmonari da utilizzare per l’ emergenza Covid-19, nello spirito di massima collaborazione del sistema sanitario nella componente pubblica e di diritto privato, in un momento di eccezionale emergenza. Nei giorni scorsi l’ Aiop, l’ Associazione italiana dell’ ospedalità privata, aveva manifestato la disponibilità delle Case di cura calabresi di mettere a disposizione del Dipartimento della Salute della Regione 350 posti letto per acuti e post acuti no Covid 19.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox