29 Ottobre 2014

LEGGE DI STABILITA’, FASSINO: TAGLI AI COMUNI SONO DI 3,7 MILIARDI DI EURO

    LEGGE DI STABILITA’, FASSINO: TAGLI AI COMUNI SONO DI 3,7 MILIARDI DI EURO

    CODACONS: RISCHIO RINCARI TASSE LOCALI O RIDUZIONE SERVIZI AI CITTADINI. GOVERNO TAGLI I 500 ENTI INUTILI

    La Legge di Stabilità, come ha denunciato oggi il Presidente dell’Anci, Piero Fassino, peserà sui Comuni complessivamente per 3,7 miliardi di euro. Una manovra insostenibile che rischia di avere effetti pesanti per le famiglie italiane – afferma il Codacons – I tagli previsti, infatti, potrebbero da un lato determinare una sensibile riduzione dei servizi erogati dai Comuni, dall’altro spingere le amministrazioni verso un aggravio della pressione fiscale locale, con ripercussioni fino a 154 euro a famiglia su base annua.
    “Un ulteriore incremento della tassazione rappresenterebbe una sciagura per le famiglie, già stremate da una crisi economica che non accenna a placarsi – denuncia il Presidente Carlo Rienzi – Il Governo deve reperire risorse eliminando gli immensi sprechi della P.A.; in tal senso invitiamo il Premier Renzi a tagliare non le risorse ai Comuni, ma i 500 enti dichiaratamente inutili che vivono a spese della collettività e hanno un peso non indifferenze per il bilancio dello Stato, pari a 10 miliardi di euro all’anno” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox