1 Maggio 2021

Legali di Fontana: “Anac archivia fascicolo”

 

“Nell’affidamento a Dama di una fornitura di camici il ruolo che ha avuto il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, è stato insussistente”. Lo sottolineano i legali di Fontana, in una nota, riportando le decisioni del consiglio Anac (autorità nazionale anticorruzione).Nella seduta del 13 aprile, il consiglio ha deliberato: “l’archiviazione del fascicolo in merito alla procedura di affidamento della fornitura non ravvisandosi criticità nell’affidamento disposto nei confronti di Dama e ha preso atto della insussistenza di un ruolo del presidente stesso nella procedura di affidamento a Dama della fornitura dei camici”. Le interpretazioni di questa decisione “non corrispondono al vero”, sostengono gli avvocati Jacopo Pensa, Alessandro Munari, Federico Papa e Alessandra Fossati.”Codacons, autore dell’esposto ad Anac, ritiene di aver visto accolta la sua segnalazione e intende inviare il parere dell’Anac alla Procura della Repubblica di Milano e alla Corte dei Conti della Lombardia, affinchè svolgano i dovuti accertamenti sul corretto operato dell’amministrazione.”È esattamente il contrario: pur ritenuta la configurabilità in astratto di una situazione di conflitto di interessi del Presidente della Regione Lombardia, in concreto Anac ne ha accertato l’inesistenza”, affermano gli avvocati.Il caso è quello del controverso affidamento di una fornitura di camici, nel 2020, in piena pandemia, alla società riconducibile alla famiglia della moglie del presidente Fontana.La delibera Anac è arrivata dopo le segnalazioni di presunte violazioni in merito a questa procedura di affidamento.L’esposto era stato presentato lo scorso giugno: il Codacons chiedeva all’Anac di indagare sul conflitto di interessi in capo al presidente della Lombardia e sulla correttezza della procedura seguita “per l’acquisto di 513.000 camici dalla società Dama spa del cognato (al 90%) e della moglie (al 10%) del presidente della Regione”.Su questa vicenda- i camici furono poi donati a Palazzo Lombardia- sta indagando la Procura di Milano. Fontana, in questa vicenda, è accusato di frode in pubbliche forniture.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox