29 Maggio 2020

Lega: “Commercianti allo stremo, e compare la “tassa Covid-19”

Montemagni: “Il fatto è che bisognava, da parte delle Istituzioni, tassativamente evitare di “costringere” gli esercenti a chiedere un aiuto alla clientela” FIRENZE. “Almeno a sentire il Codacons-afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega-sembra che alcuni esercizi commerciali, anche in Toscana, stiano facendo pagare ai clienti una sorta di “tassa Covid-19” “In pratica-prosegue il Consigliere-sarebbe una specie di contributo richiesto per andare a coprire, seppur molto parzialmente, le perdite subite in questi mesi di chiusura e le spese sostenute per la riapertura; oneri che, peraltro, continueranno ad esserci per un periodo di tempo indeterminato.” “A prescindere dalla liceità della cosa-precisa l’ esponente leghista-ci vogliamo mettere nei panni di chi rischia seriamente di chiudere la propria attività, non avendo avuto, dopo anni di gravose tasse e balzelli vari costantemente pagati, un aiuto concreto e sollecito da parte di Stato e Regione?” “Facile dire riaprite pure-sottolinea la rappresentante del Carroccio-se, poi, si abbandonano al loro triste destino migliaia di negozianti e piccole imprese che per non avere ulteriori costi, hanno deciso, ad oggi, addirittura di non alzare la saracinesca.” “Il fatto è-conclude il Consigliere-che bisognava, da parte delle Istituzioni, tassativamente evitare di “costringere” gli esercenti a chiedere un aiuto alla clientela; l’ utente può aiutare l’ economia locale, andando dal parrucchiere o al ristorante, ma sono altri che dovrebbero farsi carico di supportare adeguatamente, vista l’ emergenza, chi vede il baratro, purtroppo, davvero ad un passo.”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox