31 Agosto 2001

LE TRUFFE DELL?ESTATE

LE TRUFFE DELL?ESTATE


Il caso più eclatante è quello del fallimento del tour operator che non è più in grado di sobbarcarsi l`onere di far rientrare a casa il turista: al di là di questa situazione limite, capita a tanti turisti di veder trasformare la vacanza in occasione di stress. Motivo? Impegni assunti dal tour operator e non rispettati, albergo difforme rispetto al catalogo visionato prima della partenza, appuntamenti per visite guidate e gite saltati senza alcuna ragione, furti perpetrati nelle stanze dell`hotel. Alla fine il viaggio da sogno a condizioni da vero affare si trasforma in un vero e proprio bidone. E si ritorna a casa più stressati di prima. In questi casi, è possibile far valere le proprie ragioni, chiedendo la restituzione di parte della somma pagata.

«Spesso – spiega Mario Manzo, dell`ufficio legale del Codacons – i contratti prevedono un servizio di accompagnamento durante tutto il soggiorno: ma in realtà il tour operator lo si vede solo al momento dell`arrivo e alla partenza. Oppure l`albergo è difforme da quello visionato o saltano escursioni concordate anticipatamente. In questo caso la responsabilità può essere ricondotta al tour operator». E quindi? «Occorre inviare una raccomandata al tour operator e, per conoscenza, all`agenzia di viaggi, contestando il mancato rispetto del programma di viaggio e chiedendo il rimborso dei servizi di cui non si è fruito ed il contestuale risarcimento del danno». Una possibilità questa garantita al consumatore dall`art. 12, comma IV e V del D. Lgs. n. 111 del 1995.

Come fare

«Qualunque danno il turista dovesse subire – fanno sapere dalla Federconsumatori via Internet – il tour operator deve risarcirlo anche se questo è stato provocato da uno dei suoi fornitori (per esempio la compagnia aerea o l`albergatore), eccetto solo i casi di colpa del consumatore o di cause di forza maggiore. Chi si reca in albergo deve sapere che l`albergatore è responsabile dei furti che il cliente subisce, senza alcun limite se il furto dipende da negligenza o inadempienza dell`albergatore, mentre il risarcimento non può superare una somma pari a 100 volte il valore della camera se gli oggetti sottratti o distrutti non sono stati consegnati ma lasciati in camera». Agenzie e tour operator invitano a distinguere i diversi tipi di disguidi (ritardi di treni ed aerei, ovviamente, possono capitare): gli agenti invitano a diffidare di tour operator dell`ultim`ora e garantiscono di svolgere un costante monitoraggio dulla qualità dei servizi offerti. Come non cadere nel bidone, quindi? Rivolgendosi ad agenzie serie e diffidando di quanti propinano vacanze a prezzi stracciati, magari approfittandondo del viaggio per reclamizzare l`ultimo prodotto di una grande azienda. Vale la pena ricordare, infine, che tra le agenzie di viaggi è stato creato un fondo di garanzia che copre diversi rischi proprio attinenti queste forme di inadempimento.


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox