3 Aprile 2016

Le tappe

Le tappe

 La ditta di Ercolano «Urbania Vivere la Città» vince l’ appalto per la gestione delle strisce blu a Pomigliano. L’ appalto è espletato dal Provveditorato alle Opere Pubbliche di Campania e Molise.2Marzo 2012La Urbania subisce un’ interdittiva antimafia del ministero dell’ Interno. Nel provvedimento anti camorra si parla di infiltrazioni dei clan negli organici della ditta. Il Provveditorato alle Opere Pubbliche sostituisce quindi l’ impresa con la seconda ditta in graduatoria: la Tmp srl di San Giorgio.2Luglio 2012Il comune di Pomigliano stipula il contratto con la Tmp. La ditta assume 14 ausiliari del traffico. Cinque sono ex operai della Fiat con contratto a termine scaduto da due anni. I nuovi addetti della Tmp si iscrivono tutti alla Uil Trasporti. Settembre 2012Il Codacons, l’ associazione dei consumatori, raccoglie 4mila firme contro la decisione del sindaco Raffaele Russo di privatizzare le aree di parcheggio. Nella petizione si contestano gli scarsi vantaggi economici per il comune e una serie di irregolarità.2Ottobre 2012Il comune va avanti e la Tmp «inaugura» le strisce blu a Pomigliano. La gestione si rivela positiva per le casse dell’ azienda sangiorgese. Meno per il comune di Pomigliano, che ricava da questo business più che altro privato cifre piuttosto modeste. Nel frattempo da allora non si sono registrati scioperi nel cantiere di Pomigliano della Tmp.2Febbraio 2016La Uil trasporti avvia una confronto con la Tmp per far aumentare i salari dei dipendenti. L’ azienda alla fine cede: l’ orario settimanale di lavoro passa infatti da 32 a 35 ore.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox