fbpx
4 Marzo 2008

Le Poste risarciscono (Porto Viro) per i disservizi

Le Poste risarciscono (Porto Viro) per i disservizi

Primi risarcimenti da parte delle Poste Italiane nei confronti di cittadini che hanno subìto danni e disagi a causa di ritardi o di mancati recapiti della corrispondenza.L`Unione nazionale consumatori di Bassano del Grappa (Vicenza) ha portato a termine le prime procedure di conciliazione con Poste ottenendo risarcimenti a favore di quattro persone. Si tratta di utenti residenti in un comune dell`Alta Padovana, a Mussolente (Vicenza), Porto Viro (Rovigo) e Tai di Cadore (Belluno). “I casi risolti da Poste e Unione Consumatori – spiega il presidente regionale dell`associazione Antonio Tognoni – Riguardavano quattro diverse spedizioni non giunte a destinazione o arrivate danneggiate. In un caso è stata rimborsata con 300 euro una signora che aveva spedito con il servizio “Paccocelere 3“ dei cosmetici, giunti danneggiati e respinti dal mittente“.“L`accordo – aggiunge Patricia Da Rin delle Poste – segna l`avvio di una procedura chiara e trasparente con le migliaia di clienti“. “Sempre le Poste – sottolinea Tognoni – mi hanno confermato che a breve saranno assunti molti dei “novantisti“ che recapitano la posta in giro per il Veneto. Dovrebbe trattarsi, finalmente di una boccata di ossigeno e di una soluzione della vicenda“.Per informazioni sulla conciliazione consultare il sito www.poste.it o telefonare al call center 803 160 (telefonata gratuita). Si possono contattare anche le 18 associazioni dei Consumatori che hanno firmato con Poste Italiane: Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Arco, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Ctcu, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori Acli, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.Nel frattempo non si attenuano le proteste per i disservizi postali che stanno creando danni a migliaia di cittadini anche nell`Alta Padovana. A causa di ritardi e mancati recapiti di bollette, molti utenti si sono visti staccare gli allacciamenti a telefono, luce, acqua e gas. In alcuni Comuni è accaduto che plichi di posta siano stati trovati per terra. “Sono rimasto per giorni senza ricevere una lettera o una bolletta di pagamento – racconta un cittadino di Villa del Conte – Poi me ne sono ritrovate improvvisamente nella cassetta postale una ventina. Ho protestato, le Poste si sono scusate affermando che i disservizi sono dovuti al turn over dei postini“.La questione del disagi postali è stata al centro di interrogazioni nei consigli comunali e di una forte presa di posizione dell`Unione dei Comuni del Camposampierese, che ha scritto al Prefetto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox