18 Luglio 2016

«Le istituzioni litigano mentre i tarantini muoiono I cittadini sono disperati»

«Le istituzioni litigano mentre i tarantini muoiono I cittadini sono disperati»

ci fanno fare non parlandosi, mentre insieme trovano il coraggio di dire che il Movimento 5 Stelle non è pronto a governare». L’ eurodeputato ha aggiunto che durante la visita ha visto con i suoi occhi i parchi minerari: «Le montagne di carbone e minerali di ferro che, ogni giorno, il vento provvede a portare direttamente nei polmoni dei cittadini di Taranto; ho ciò avviene mentre il processo Ilva procede più lentamente di una lumaca, calpestando i diritti dei cittadini e di tutti i soggetti che hanno contratto malattie». Il Codacons, attraverso il proprio team di legali, sarà presente in Corte d’ Assise per difendere gli abitanti di Taranto e numerosi cittadini che hanno contratto patologie riconducibi li all’ inquinamento dell’ aria e che hanno chiesto all’ associazione di rappresentarli in giudizio affinché i colpevoli del disastro ambientale siano inchiodati alle proprie responsabilità. In tribunale sarà presente anche il presidente di Peace link, Alessandro Marescotti, che ha attaccato duramente istituzioni e politica sulle conseguenze dei wind days. Nella visto il camino più alto dell’ Ilva, a poche centinaia di metri dal quartiere Tamburi: è da lì che viene fuori diossina, policlorobifenili e particolato di ogni dimensione che il vento provvede a portare direttamente nelle case che all’ esterno sono diventate di colore rossiccio a causa di questi veleni». Il Movimento 5 Stelleha anche organizzato il giorno successivo una riunione all’ aperto proprio nel rione Tamburi. In particolare una delegazione di pentastellati ha incontrato lavoratori e cittadini per per un’ agorà a due passi in via De Vincentis, presso la targa dedicata a Peppino Co risi. «Proprio nel quartiere Tamburi – ha concluso Pedicini gli europarlamentari, i deputati, i senatori, i consiglieri regionali, i sindaci, i consiglieri comunali e gli attivisti del M5s, dopo la missione degli eurodeputati, non sono tornati a casa a rilassarsi sulle loro comode poltrone, ma sono rimasti lì a parlare e a confrontarsi con la gente del quartiere».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox