29 Luglio 2014

Le centrali a biomasse del Matese finiscono sul tavolo della Procura

Le centrali a biomasse del Matese finiscono sul tavolo della Procura

CAMPOBASSO Stop alle centrali a biomasse nella zona del Matese, i comitati civici e le associazioni ambientaliste hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Campobasso. Una denuncia in cui chiedono all’ autorità giudiziaria di verificare se il procedimento finora seguito per la concessione delle autorizzazioni è stato corretto. E se sono state rispettate tutte le leggi in materia di salute pubblica e rispetto dell’ ambiente. O se, al contrario, sia stata commessa qualche irregolarità. Tutto è cominciato dopo che la Regione, per tramite del Servizio programmazione politiche energetiche dell’ ente, il 23 giugno scorso ha autorizzato la realizzazione di due nuove centrali a biomasse in Molise. Una da costruire nella piana di Campochiaro, nella zona industriale, e una nel territorio di San Polo Matese. Impianti in grado di produrre energia elettrica da biomassa per oltre 5 megawatt, da costruire entro tre anni, facendo partire i lavori nel giro di un anno dalla concessione. La delibera è stata pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Molise del 1° luglio, ma l’ iter è stato stoppato dopo l’ intervento dei carabinieri del Noe, a seguito del quale la Regione ha sospeso in autotutela le autorizzazioni, per verificare eventuali irregolarità procedurali. Una sospensione che non ha bloccatola mobilitazione dei cittadini e delle associazioni, che in una conferenza stampa a Bojano hanno spiegato perché hanno deciso di rivolgersi alla Procura. «La Regione dovrebbe intervenire in autotutela, bloccando i procedimenti- ha dichiarato Massimo Romano, avvocato del Codacons, l’ associazione dei consumatori che insieme a un gruppo di cittadini ha firmato l’ esposto -. È immorale che i cittadini siano costretti a rivolgersi al Tribunale, per avere il diritto a vivere in un ambiente salubre». «La Regione – ha aggiunto Alfonso Mainelli, responsabile dell’ associazione Area Matese, che da tempo si batte contro le centrali a biomasse- deve mettersi in linea con il rispetto delle leggi nazionali in materia di tutela ambientale, tanto più che ha già ricevuto un richiamo formale dal parte del Ministero dell’ Ambente. Chiediamo l’ intervento del Prefetto di Campobasso, chiamandolo a verificare il rispetto delle leggi». Oltre ai cittadini e alle associazioni anche i sindaci dei comuni del Matese si stanno mobilitando. Con un ricorso al Tar Molise, in cui chiedere lo stop alle autorizzazioni concesse e poi sospese. Un appello alla giustizia amministrativa che va di pari passo con la richiesta di intervento della Procura di Campobasso. Chiamata ad aprire un fascicolo d’ indagine, a tutela della salute delle popolazioni della zona.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox