9 Marzo 2019

Le associazioni dei consumatori: bene, ma occhio ai prezzi

il timore di un aumento delle tariffe. legambiente avverte: «si dialoghi con i comuni per i controlli»
bari L’ idea piace. Ma non mancano le perplessità sui costi finali. «Il rischio è un aumento del 20 per cento su tariffe di ingresso e prezzi al bancone» sentenzia dal Codacons Puglia Dario Durso. Mentre da Legambiente Puglia il presidente Francesco Tarantini avverte: «Si faccia gioco di squadra con i Comuni anche per i controlli, altrimenti il provvedimento resterà solo uno slogan». Sono le prime reazioni alla prossima ordinanza balneare 2019 con la quale la Regione Puglia bandirà da spiagge e lidi la plastica per lasciare spazio a materiali compostabili e biodegradabili. «Saremo la prima Regione a farlo. Andiamo verso la giusta direzione visto che il nostro mare, soprattutto sul Gargano, affoga nella plastica – dice Tarantini -. È però indispensabile una cabina di regia con Anci Puglia per invitare i Comuni, costieri e non, a fare analoghe ordinanze. Come Legambiente abbiamo fornito alla Regione un nostro disciplinare con linee guida per le spiagge anche su mobilità, energia e alimentazione». Ma non solo. Legambiente propone anche la campagna del “fishing for litter” che coinvolge i pescatori nel recupero in mare della plastica durante le loro battute. «A Manfredonia – dice Tarantini – lo facciamo per il recupero delle tartarughe. Per i rifiuti servirebbero delle isole ecologiche per consentire ai pescatori di smaltire correttamente ciò che hanno trovato nella rete». «Certo i costi dei materiali compostabili e biodegradabili sono elevati» dice ancora Tarantini citando il caso di una caffetteria del centro di Bari che ha già adottato questa salata conversione totalmente ecocompatibile. Ma sulla rovente estate che verrà – a questo punto non solo per elevate temperature – solleva qualche dubbio anche l’ associazione dei consumatori. «Bicchieri e stoviglie compostabili e monouso hanno dei costi elevati già nella produzione – dice l’ avvocato Durso del Codacons -. Di conseguenza si riverseranno su imprenditori balneari e clienti. Noi ci auguriamo che a tale ordinanza seguano poi dei veri controlli mirati. Bene eliminare la plastica dai nostri mari, ma ci sono metodi meno costosi come ad esempio spingere maggiormente verso la raccolta differenziata». Insomma, la parmigiana o la pasta al forno portata da casa fin sotto l’ ombrellone potrebbe costare alle famiglie qualche euro in più. Così come la semplice limonata al bar del lido o la banalissima tazzina del caffè.
francesco petruzzelli

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox