6 Febbraio 2013

LAZIO, SANITA’: SI TINGE DI GIALLO IL CASO DEL BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DELLA ASL RM A. SPUNTA ANCHE UNA LETTERA ANONIMA!

    LAZIO, SANITA’: SI TINGE DI GIALLO IL CASO DEL BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DELLA ASL RM A. SPUNTA ANCHE UNA LETTERA ANONIMA!
    IL CODACONS PRESENTA ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA

     

    UN SEDICENTE “AMICO” DELLA ASL HA INVIATO AD UNA DELLE SOCIETA’ CONCORRENTI UNA LETTERA CONTENENTE IL RISULTATO FINALE DELLA GARA, MA LO HA FATTO IL GIORNO PRIMA DELL’APERTURA DELLE BUSTE CON LE OFFERTE

     

    Non bastavano i dubbi e le perplessità, legati alla decisione della ASL RM A di mettere a gara l’assistenza domiciliare nel proprio territorio, triplicando i costi del servizio e senza attendere il completamento della procedura di accreditamento.
    Ora spunta anche una lettera anonima. Un sedicente “amico” della Asl ha infatti spedito una particolareggiata missiva, ricca di inquietanti retroscena – con accenti da spy story, condita di personaggi, già assurti in passato agli onori della cronaca giudiziaria, con strani ruoli ed ingombranti parentele – e nella quale, il 25.10.2011, si preannunciavano i risultati della gara asseritamente già stabiliti prima dell’inizio della stessa!
    Potrebbe sembrare l’opera di un mitomane, se non fosse che, nonostante l’apertura dei documenti amministrativi relativi alle offerte sia avvenuta solo il giorno dopo, i risultati della gara dati per certi erano esatti!
    “Siccome è difficile credere nelle capacità divinatorie e nelle casualità – spiega il Codacons – venuti in possesso di questo documento, abbiamo ritenuto nostro dovere presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma”.
    Nel frattempo, alcuni utenti della sanità laziale hanno segnalato una contrazione dell’offerta di ore di assistenza a partire dall’1 febbraio.
    “Questa vicenda assume ogni giorno connotati più strani – proseguono al Codacons  – non si capisce perché il costo del servizio si triplichi e l’assistenza invece di triplicarsi addirittura diminuisca! Anche alla luce del fatto che il Consiglio di Stato ha sospeso temporaneamente il passaggio di consegne, abbiamo di nuovo chiesto alla Regione ed alla Asl RM A di fare chiarezza e di sospendere autonomamente la procedura di assegnazione, fino a quando non ci saranno risposte ai troppi dubbi. Ci aspettiamo un responsabile intervento in autotutela”.

     

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox