16 Ottobre 2012

Lazio/ Salute, Codacons: No misure inutili e dannose per disabili

 Lazio/ Salute, Codacons: No misure inutili e dannose per disabili

Roma, 16 ott. (TMNews) – Dopo la nomina del nuovo Commissario per la sanità della Regione Lazio, il Codacons chiede a Enrico Bondi di non adottare provvedimenti che possano danneggiare i disabili residenti nel Lazio. Finora infatti ai disabili assistiti dalle strutture convenzionate regionali veniva garantita la continuità delle cure specializzate, attraverso una semplice proroga dei cicli di terapia laddove necessario. Adesso – afferma il Codacons – invece si profila il rischio concreto che per ottenere la prosecuzione delle terapie, i disabili e gli anziani siano costretti ad una sorta di via crucis, dovendo sottoporsi a visita medica previo appuntamento presso le Asl, liste d’ attesa, spostamenti e disagi inutili specie per chi è su una sedia a rotelle, allo scopo di ottenere la proroga delle cure. Ciò – spiega il Codacons – rappresenta un evidente danno per gli ammalati, non solo sul fronte materiale, ma anche su quello sanitario: il nuovo iter che la Regione vorrebbe adottare implicherebbe infatti la sospensione della cura fino all’ arrivo della proroga da parte delle Asl, con effetti pesanti per la salute dei pazienti. Per tale motivo il Codacons chiede al neo-commissario Bondi di non approvare l’ art. 26 del decreto Commissariale n. 39 del 20.3.2012 recante le “Modalità operative e requisiti minimi strutturali, tecnologici e organizzativi relativi alle tipologie assistenziali”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox