3 Novembre 2004

Latte in polvere, da dicembre

Latte in polvere, da dicembre
costerà di meno




ROMA – Raggiunta l`intesa tra il ministero della Salute e le aziende produttrici di latte artificiale per una riduzione del prezzo che varierà dal 25% al 35%. I nuovi prezzi saranno in vigore da dicembre.
Lo hanno annunciato il ministro della Salute Girolamo Sirchia e il sottosegretario per le Attività produttive Giovanni Dell`Elce. «La riduzione sarà di circa il 30%» ha precisato il ministro, «ma ogni azienda produttrice abbasserà liberamente il proprio listino». Il ministro della salute ha ricordato inoltre che è pronto il decreto fra il ministero della salute e le attività produttive in cui vengono tagliate le spese che le aziende sostengono per tenere bassi i prezzi del latte artficiale negli ospedali e nelle aziende sanitarie locali.
SPESA PER IL BIMBO – Secondo quanto reso noto da Intesaconsumatori nel nostro paese non è tuttavia soltanto il latte in polvere a costare di più rispetto al resto d`Europa.
Dai pannolini ai vestitini, dai farmaci alle visite dei pediatri, tutta la spesa per il bimbo sarebbe più alta in Italia Il motivo dei costi più alti risiederebbe nella maggior rigidità della domanda.
In altre parole, i genitori italiani, non volendo far mancare nulla ai loro figli, anche a fronte di aumenti ingiustificati e spropositati non rinunciano all`acquisto.
E i venditori ne approfittano. Secondo i calcoli di Intesaconsumatori solo nel primo anno di vita la spesa per il bambino è di almeno 4.000 euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox