24 Settembre 2020

Latina, canoni cimiteriali, Ipogeo rinuncia alla richiesta di sospensiva al Tar

 

Tutto rinviato al 10 marzo 2021 per la controversia giudiziaria sulla gestione del cimitero che vede contrapposti da una parte la Ipogeo, dall’altra il Comune di Latina e alcune associazioni di consumatori. Nell’udienza davanti al Tar, dove doveva discutersi la richiesta presentata dalla società contro la disposizione del dirigente comunale che a marzo scorso aveva invitato a sospendere l’invio delle richieste di versamento del canone di concessione per le sepolture, Ipogeo ha rinunciato alla sospensiva cautelare di quell’atto così tutto è stato rinviato a marzo del prossimo anno.
In ballo ci sono circa due milioni di euro: a tanto ammonta secondo la società alla quale è stato affidato in gestione il cimitero, il danno subìto come conseguenza del mancato incasso di quanto previsto dalla convenzione con il Comune di Latina, che in aula era rappresentato dall’avvocato Francesco Cavalcanti. Ma ora cosa succederà. Se lo chiedono Codacons, Codici , Federconsumatori e Associazione consumatori che sottolineano come “questo periodo potrebbe essere al meglio utilizzato per rivedere tutte le problematiche del Progetto di Finanza che evidentemente non può andare avanti se non modificato. Ci auguriamo – scrivono i segretario Massimi Cusumano, Antonio Bottoni, Laura Ardia e Daniele Mazzoli – che l’amministrazione, come annunciato, porti avanti lo schema di Regolamento presentato in questi giorni fino a farlo diventare Regolamento Cimiteriale regolarmente approvato dal Consiglio Comunale prima della udienza di merito, cosa che sicuramente aprirebbe nuovi spiragli per una soluzione. Un Tavolo Tecnico costituito dalle due parti e dalle Associazioni Consumatori delegate – concludono – potrebbe facilitare la ricerca di una soluzione”.“

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox