14 Dicembre 2002

L`arte di non dissanguarsi

Arriva Babbo Natale, ma attenti che la barba non sia finta. Per non farsi mancare nulla e non spendere troppo, magari evitando lo spiacevole inconveniente di scoprire all`improvviso che la tredicesima è già svanita, l`Intesa dei consumatori cerca di venire in aiuto di chi si prepara allo shopping natalizio con un decalogo di consigli utili.
Datevi un budget. Ecco il primo dei dieci “comandamenti“ di questo Natale dell`euro. Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori invitano tutti quelli di manica larga a stabilire per ogni regalo una cifra. Una volta fissata la somma, non ci sono alibi: si è obbligati a rispettarla. I più impenitenti dovranno aumentare il livello di controllo sul proprio portafoglio.
Pensate più che spendere. Questo il secondo suggerimento. Sarà pure un luogo comune, ma in tempo di eurorincari «il regalo migliore – dice l`Intesa – è il pensiero giusto». Cioè una bella idea vale di più di un regalo costoso sì, ma non azzeccato.
Terzo: acquistate giochi sicuri. Si calcola infatti che ogni anno siano 90mila gli incidenti causati dai giocattoli. Dunque, per evitare di rovinare le feste ai bambini, occorre controllare che sui giocattoli siano riportati i marchi di sicurezza Imq e Ce.
Basta con la strage di alberi. No all`abete vero. Il quarto è un`imperativo categorico all`insegna del rispetto della natura e del risparmio di soldi e tempo: gli alberi ecologici durano per sempre, sono più convenienti e per giunta evitano la seccatura di dover pulire gli aghetti sparsi sul tappeto.
Dall`albero agli addobbi. Ecologico anche il quinto suggerimento. Per dare un aspetto natalizio alla casa, basta una passeggiata nel parco: vi si possono recuperare un`infinità di piccoli oggetti utili. Chi non amasse le camminate, può sempre però ripegare su dispensa e frigorifero: con ortaggi colorati, cannella, arance e limoni essiccati (sul termosifone), mele rosse, arance, melograni, peperoncini, bacche, e soprattutto tanta fantasia, si possono addobbare tavole e mensole.
Sesto: comprate cose utili. Un vecchio consiglio che funziona sempre.
L`importante è giocare d`anticipo e non aspettare l`ultimo momento. Non ottemperando al settimo “comandamento“ si rischia di non avere il tempo per scovare il negozio in cui si può trovare quello che si cerca risparmiando.
Eppoi, chi l`ha detto che ogni anno bisogna cambiare gli sci, gli scarponi, il telefonino, il computer e la macchina fotografica? L`ottavo consiglio è quello di non lasciarsi sedurre da mode e pubblicità.
Confrontate i prezzi. Mai fermarsi al primo negozio: girato l`angolo, ci si potrebbe mangiare le mani. Meglio pertanto dare retta al nono ammonimento. E soprattutto al decimo: aspettate i saldi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox