14 Aprile 2005

L`Arpac ha rilevato gravi dispersioni di amianto

L` Arpac, l?agenzia che studia l?inquinamento atmosferico e ambientale, ha rilevato gravi dispersioni di amianto dall?interno della struttura che per decenni aveav ospitato l?agenzia dei tabacchi a San Giorgio del Sannio. La denuncia è del CODACONS che invita l?Asl di Benevento ad intervenire immediatamente. Secondo un rilievo effettuato dall`Arpac, dipartimento provinciale di Benevento, su invito proprio del CODACONS sannita, è in atto un fenomeno di rilevante dispersione nell`ambiente circostante di amianto proveniente dall`imponente struttura che dovrà ospitare il polo di ricerca sui sistemi informatici. «È noto – afferma la nota del CODACONS – come nelle immediate prospicienze della strada statale Appia, nel comune di San Giorgio del Sannio, sorga un edificio di 40.000 metri quadrati, già di proprietà dell`Eti, successivamente acquistato dalla Provincia di Benevento e dalla Regione Campania. Su segnalazione di alcuni residenti circa lo stato di abbandono in cui attualmente versa la struttura, il CODACONS segnalava la possibilità di una dispersione di fibre di amianto, invitando gli enti preposti a procedere alla bonifica del sito; la nota veniva inviata alla Regione Campania, all?Arpac di Benevento, alla Provincia di Benevento, all?Asl Benevento 1 e al sindaco del Comune di San Giorgio. Il rilievo effettuato dall`Arpac conferma come presso la struttura sussista un grave fenomeno di dispersione; non solo, l`agenzia regionale sottolinea come la potenzialità di detto fenomeno tenderà ad aumentare nel tempo con l`inevitabile degradazione fisica dei manufatti analizzati». Considerata la serietà della situazione e la gravità delle patologie indotte dal contatto con le fibre di amianto, il CODACONS ha adesso diffidato l?Asl Benevento 1 a procedere immediatamente all`attuazione, anche in danno degli enti proprietari, delle misure necessarie per la messa in sicurezza dei luoghi. Si tratta peraltro di un?area destinata a un grande progetto di riqualificazione e riutilizzo per la creazione della ormai nota Silicon Valley sannita dove confluiranno molte industria nazionali e internazionali impegnate nel settore informatico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox