22 Dicembre 2010

L’Antitrust mette nel mirino le Ferrovie dello Stato

ROMA. L’Antitrust ha avviato un’istruttoria nei confronti del Gruppo Ferrovie dello Stato e della sua controllata Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) per abuso di posizione dominante nel mercato dell’accesso all’infrastruttura ferroviaria nazionale. Il procedimento, deciso dall’Autorità nella riunione del 15 dicembre, è stato avviato alla luce della denunce dell’operatore privato piemontese Arenaways e delle associazioni dei consumatori Altroconsumo e Codacons e mira a verificare se Fs e Rfi «abbiano abusato della posizione dominante detenuta nel mercato dell’accesso all’infrastruttura ferroviaria nazionale, ostacolando l’ingresso del nuovo entrante Arenaways». Rfi, che è il gestore della rete ferroviaria, è infatti tenuto per legge a consentire alle imprese che lo chiedano l’accesso all’infrastruttura, sulla base di precise regole e procedure, tenendo conto del grado di saturazione della rete. L’Autorità guidata da Antonio Catricalà dovrà quindi verificare se Fs, tramite la controllata Rfi, abbia con i suoi comportamenti «ritardato e ostacolato l’ingresso di Arenaways nel mercato». Da Rfi hanno replicato ricordando che «Arenaways ha di fatto ha avviato il servizio viaggiatori nel rispetto della scadenza dalla stessa dichiarata al gestore dell’infrastruttura» e osservando che la stipula del contratto di utilizzo «è in anticipo sulla data programmata».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox