2 Giugno 2020

Ladispoli, i cittadini lanciano l’ idea: «Fare del Centro un’ isola pedonale»

IL PROGETTO Ladispoli si divide sulla proposta di trasformare il corso principale della città in un’ isola pedonale permanente. Da alcuni giorni fa discutere la petizione lanciata su una piattaforma online nella quale i promotori chiedono al Comune di chiudere definitivamente alla circolazione viale Italia, creando un’ unica passeggiata dal lungomare fino alla stazione ferroviaria. Secondo gli autori della raccolta firme, «Ladispoli potrebbe così avere il corso principale più vivibile, dedicato ai commercianti, con il centro del viale pronto ad ospitare i dehors per le attività di ristorazione ed i bar. Spazi sarebbero individuati anche per chioschi di informazione turistica, associazioni di volontariato e presidi per il pronto intervento». LE PREOCCUPAZIONI A muovere soprattutto i promotori della proposta sarebbe il progetto di restituire viale Italia ai pedoni che non dovrebbero più fare gli slalom tra sedie, tavoli e gazebo disseminati dalle attività commerciali sui marciapiedi. La petizione, sulla quale finora i commercianti del centro di Ladispoli non si sono ancora ufficialmente pronunciati, è stata immediatamente bocciata dal Codacons. «Temiamo afferma il coordinatore del litorale, Angelo Bernabei che gli autori della proposta non conoscano a fondo i reali problemi della zona di viale Italia. Chiudere in modo permanente al traffico, e dunque alla sosta, scatenerebbe la caccia al parcheggio nelle strade limitrofe al corso principale, dove già ora è impossibile reperire uno spazio dove lasciare le auto. Ci sono arterie densamente popolate come via Palermo, via La Spezia, via Livorno, via Bari e via Fiume dove attualmente è un’ impresa trovare un posto auto. Il traffico sarebbe congestionato, dubitiamo che i cittadini perderebbero tempo a cercare un parcheggio per fare shopping in viale Italia, preferirebbero altri quartieri decentrati dove la sosta è più facile. E per i commercianti sarebbe un danno pesante in un momento molto difficile. Infine, crediamo che i promotori della petizione abbiano dimenticato che su viale Italia i parcheggi sono a pagamento e rappresentano un importante introito per la municipalizzata Flavia Servizi che sarebbe costretta a rinunciare ad un’ ampia fetta di guadagno. Il Codacons auspica che il Comune bocci questo progetto e che l’ isola pedonale su viale Italia sia attuata soltanto nella stagione estiva ed in occasione della Sagra del Carciofo, così come accade da tanti anni». Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox