22 Novembre 2007

L`Abi: trasferimenti gratis per i mutui

IL TASSO MEDIO AL 5,71%, L`ASSOCIAZIONE RIVOLGE UNA “RACCOMANDAZIONE“ ALLE BANCHE, MA I CONSUMATORI NON SI FIDANO
L`Abi: trasferimenti gratis per i mutui

Il volo continua: in Italia i mutui bancari per l`acquisto di abitazioni ad ottobre sono arrivati al tasso medio del 5,71%, mentre a gennaio erano al 5%. E`la politica della Bce, che fa sentire tutto il suo peso sulle tasche di chi chiede soldi alle banche e, negli ultimi tempi, a complicare il quadro c`è stato il rialzo dei tassi a breve termine in seguito alle tensioni registrate sui mercati finanziari per i mutui Usa ad alto rischio. Così ieri l`Abi ha raccomandato alle banche che, in caso di subentro in un mutuo, si facciano carico dei costi e delle penali per l`estinzione anticipata. Una “raccomandazione“ con cui è stato dato il definitivo via libera alla procedura sulla “portabilità“ e la rinegoziazione dei mutui definita con le associazioni dei consumatori. Ma dall`Adusbef, che tutela in particolare i correntisti, arriva una doccia fredda: “Non ci fidiamo delle raccomandazioni dell`Abi, che sono fatte per essere disattese – replica il presidente Elio Lannutti – quindi ci auguriamo che da domani le banche applichino la legge, da cui non è previsto alcun onere per i consumatori nel caso decidano portare il proprio mutuo da una banca a un`altra“. E, per soprammercato, l`Adusbef sottolinea, sulla base di dati della Bce e della Banca d`Italia, che i tassi applicati in Italia, sia sui mutui, sia sul credito al consumo sono in media un punto percentuale più alti che nel resto dei Paesi dell`eurozona. Altrettanto scettici i consumatori del Codacons, che chiedono all`Abi, per dimostrare la sua buona fede, di sostenere l`emendamento della commissione finanze della Camera varato pochi giorni che impone l`assoluta gratuità del trasferimento dei mutui. “Se davvero l`Associazione Bancaria ha a cuore gli interessi degli utenti – dice il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – accetti la sfida di appoggiare la nostra proposta“. Più morbida la posizione dell`Adiconsum: “La decisione dell`esecutivo Abi – si legge in una nota – raccoglie la nostra richiesta per l`assenza di costi a carico del cittadino. La portabilità rappresenta per molte famiglie l`ultima spiaggia per riuscire a rimborsare regolarmente le banche“. E Adiconsum invita gli istituti di credito ad applicare senza indugi la procedura, costruita da Abi e Notariato che prevede una procedura semplificata da espletare in 15 giorni. L`ultima parola in proposito, comunque, la dice il presidente dell`Antitrust, Antonio Catricalà: “Non servono raccomandazioni, la legge è chiara: il trasferimento è stato concepito per favorire la concorrenza e per funzionare deve essere gratuito, privo di costi diretti o indiretti, altrimenti è come mettere una penale a chi vuole attuarlo. Nell`ambito di questo principio espresso dal Parlamento le banche sono libere di regolarsi come meglio credono“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox