20 Novembre 2019

La verità dell’ ex prefetto Bagnato sulle «consorterie pentastellate»

legami con la massoneria?: «ho fatto carriera solo per la mia onestà» l’ azienda sciolta «gravata dalle condizioni economiche e finanziarie»
Gaetano Mazzuca «Non faccio parte di associazioni segrete, né di consorterie pentastellate, sono un uomo libero». L’ ex prefetto Domenico Bagnato sceglie di rompere il silenzio. Il 31 ottobre scorso aveva annunciato le sue dimissioni da componente della terna commissariale chiamata a gestire l’ Asp di Catanzaro dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose. Un addio, ribadisce Bagnato, «per motivi strettamente personali» e per nulla legato, quindi, alle polemiche seguite alla sua nomina. Pochi giorni dopo il suo insediamento negli uffici di via Cortese Bagnato era stato obiettivo di critiche, da parte in particolare del vicepresidente del Codacons Francesco Di Lieto e del Movimento 5 stelle, per una sua presunta appartenenza alla massoneria. In particolare i parlamentari del Movimento 5 Stelle Paolo Parentela, Bianca Laura Granato, Giuseppe d’ Ippolito e Francesco Sapia, avevano presentato un’ interrogazione parlamentare ai ministri dell’ Interno e della Salute. Con alle spalle una lunga carriera prima nella Polizia, poi come prefetto e infine come commissario straordinario in territori complessi come Rosarno e Corigliano, Bagnato adesso passa al contrattacco contro chi «insinua che il sottoscritto sia al centro di intrighi e collegamenti con la criminalità». «Il mio passato – affonda l’ ex commissario – è sotto gli occhi di tutti, ho speso la mia vita a combattere la criminalità organizzata, prima la combattevo sul campo con gli arresti, ora la combatto con la trasparenza e il funzionamento degli uffici affinché siano senza raccomandazioni, prevaricazioni o corruttele. Non credo che chi dà giudizi in maniera così arrogante e prevaricatrice possa dire di avere lo stesso passato». Bagnato non si sottrae alla domanda quando gli chiediamo di fare definitiva chiarezza sulla sua appartenenza alle logge massoniche: «La massoneria è un’ associazione libera, riconosciuta da tutti e c’ è un diritto costituzionale ad associarsi con chiunque, l’ importante è che non siano consorterie, cioè associazioni segrete. Io sono un uomo libero in tutto, l’ essere stato 30 anni fa iscritto alla massoneria non è una mia pecca, ma è una dei tanti percorsi della mia carriera. Se io sono stato il più giovane questore d’ Italia non lo sono stato certo per meriti massonici lo sono stato perché ho operato bene sul campo dando dimostrazione di impegno, onestà e preparazione e competenza». Bagnato non si scompone neanche quando gli si fa notare il silenzio delle istituzioni che lo avevano scelto come commissario: «Sono abituato a vivere sempre da solo e da una vita che svolgo questa attività. Non ho bisogno di avere il conforto dei miei superiori. Mi sono sempre assunto la responsabilità delle mie scelte, per me l’ importante è operare in coscienza e libertà». I due mesi passati in via Cortese sono bastati all’ ex prefetto per capire che il «male principale dell’ Azienda è legato alle condizioni economiche e finanziarie che rappresentano una palla al piede pesantissima. Ma i miei due colleghi (Franca Tancredi e Salvatore Gullì) sono impegnati in questa direzione e sapranno trovare i necessari rimedi». Prima rigaseconda rigaterza riga Ticket al “Pugliese”Attese da 30 minuti «Secondo il calcolo statistico il tempo medio d’ attesa per il pagamento del ticket al Pugliese – Ciaccio è pari a 30 minuti, mentre secondo il calcolo empirico a campione, il tempo d’ attesa è pari a 48 minuti per gli utenti “ordinari” e 37 minuti per i “prioritari”». A riferirlo è il responsabile dell’ Ufficio Amministrativo, Francesco Citriniti. Ogni giorno gli sportelli dell’ azienda ospedaliera accolgono 842 utenti. La situazione potrebbe ulteriormente migliorare, annuncia Citriniti, con il progetto di riorganizzazione che prevede percorsi separati per i pazienti “prioritari” , bambini sotto i 6 anni, donne incinte, trapiantati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox