14 Maggio 2002

La Snai paga

Un provvedimento annunciato a tutela degli scommettitori

La Snai paga come vincenti
le scommesse su Rubens

Il brasiliano ha superato il campione iridato nelle scelte della vigilia



ROMA. La Snai pagherà come vincenti le scommesse su Barrichello: l`ha annunciato l`agenzia di raccolta di scommesse in seguito al discusso finale del Gp d`Austria. Una scelta, secondo Snai, «operata a tutela degli scommettitori». Quello di Snai è un provvedimento straordinario.
«La decisione – fa sapere la Snai – è stata presa a tutela dei clienti dei Punti Snai che hanno effettuato scommesse prevedendo la vittoria del brasiliano». E gli scommettitori avevano scelto in maggioranza di puntare sul secondo di casa Ferrari, che ha raccolto il 35% delle preferenze contro il 34% di Schumacher. La Snai proporrà «la modifica dell`attuale regolamento per le scommesse su gare di automobilismo e motociclismo, in modo da consentire in futuro la tutela degli scommettitori nel caso in cui il risultato di una corsa sia determinato in modo evidente da un ordine di scuderia». Il regolamento del ministero delle Finanze dice che fa fede l`ordine d`arrivo diramato al traguardo. Le scommesse che saranno pagate come vincenti sono quelle effettuate sull`antepost “vincente Gp“ e sul “testa a testa“.

Codacons va avanti.
Il Codacons, associazione dei consumatori, chiede il sequestro del montepremi delle scommesse sul Gran premio e della schedina Formula 101 di Sisal.
Protesta in Austria. L`organizzatore del Gran Premio d`Austria, Hans Geist, chiede una sanzione esemplare contro la Ferrari per quanto accaduto.
Tafi consola Rubens. Era la Parigi-Roubaix del 1996. Ad una trentina di chilometri dalla fine, in testa alla corsa si ritrovano in tre: Musseuw, Bortolami e Tafi. Tutti con la stessa maglia, Mapei. Dall`ammiraglia partì un ordine: deve vincere il belga. I due italiani ubbidiscono. Tafi pianse, ma la storia lo ha ripagato: la sua Roubaix l`ha vinta nel 1999 e quest`anno ha conquistato il Giro delle Fiandre. «Per gli sportivi e per i tifosi è dura, è logico che ci siano rimasti male – dice il ciclista di Lamporecchio – ma ormai lo sport è diventato un business». «Barrichello – aggiunge – ci sarà rimasto malissimo, ma nei prossimi anni avrà il successo che avrebbe meritato domenica. Deve pensare che la gente ricorderà questa corsa. La sua è una vittoria morale di quelle che contano».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox