17 Luglio 2018

La Sagra della Patata in lizza per Italialive Ecco come si vota

LA SFIDA Si racconta che Federico Barbarossa passò da Roccastrada col suo stuolo di servi e cavalieri e che gli caddero patate dai carri. Così un contadino le raccolse e le seminò. Da qui sarebbe nata la felice usanza di coltivare e mangiar patate nel comprensorio delle colline di Roccastrada. È una novella di fantasia ma utile, quasi vent’ anni fa, a giustificare la nascita di una sagra ispirata da un prodotto non autoctono, ma che tanto successo e soddisfazione sta dando al paese e ai suoi organizzatori. TRA LE MIGLIORI SAGRE D’ ITALIA La Sagra della Patata di Roccastrada è in lizza quest’ anno per il Premio Italialive, un progetto patrocinato dal ministero dei Beni e delle attività culturali, con diversi partner tra cui Codacons, Autostrade per l’ Italia e Coldiretti. Da anni questo concorso sfocia in radio per informare gli automobilisti sui migliori eventi organizzati a livello nazionale, alla scoperta di eccellenze enogastronomiche, culturali e storiche. L’ orgoglio del SINDACO«Siamo orgogliosi – commenta il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola – che la nostra tradizionale Sagra della Patata sia stata censita e inserita da Italialive.it tra un ristretto numero di eventi che si sfideranno per conquistare l’ edizione 2018 del premio. È un’ importante occasione per valorizzare il territorio e rendere merito all’ impegno e al lavoro del comitato organizzatore e dei volontari coinvolti».i pIATTI ALLUSIVI Nata quasi per scherzo, da un’ idea di Ottorino Bartaletti, giocando anche sul doppio significato, questa sagra – che ha sempre puntato su location, fantasia e piatti di qualità – è una trovata gastronomica che il Consorzio Roccastrada “La tua Bottega” ha valorizzato nel tempo. Ogni anno, dal 2001, nel centro storico, si articolano tre giornate di sontuosi banchetti in cui la patata caratterizza antipasti, primi, secondi e perfino i dessert. La regina incontrastata della sagra è la cosiddetta “patata superdotata”, fritta con uovo e farina. Altro piatto per palati fini è il guanciale di patate con porchetta. La scelta dei piatti è varia e i punti di ristoro collocati strategicamente nelle viuzze del borgo, in ex cantine e stalle ristrutturate. Apprezzatissimi anche gnocchi e tortelli di patate, la zuppa e il budino. Con un prezzo decisamente modico si può dunque fare il giro del paese vecchio, alle terrazze del Collese, e servirsi dell’ uno o dell’ altro piatto in un gustoso tour. COME VOTARE Per contribuire a far vincere la Sagra della patata è necessario andare su www. italive.it/eventi/17-sagra- della-patata e votare l’ evento con 5 stelline. Le iniziative più votate saranno poi valutate da una Commissione di cinque esperti, che determineranno il vincitore del premio 2018. Tutte le patate utilizzate nella sagra sono certificate e locali e provengono dalla Cooperativa agricola Semia “Maremma che patata”. –G.B. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox