3 Maggio 2014

La rivolta dei pendolari: poche corriere

La rivolta dei pendolari: poche corriere

TRASPORTI Esplode la protesta dei pendolari tra Cerveteri e Ladispoli e la Capitale che utilizzano gli autobus. A distanza di poche settimane dalle segnalazioni del Codacons di Ladispoli su cancellazione e soppressioni improvvise delle corse Cotral, da alcuni giorni si stanno nuovamente verificando ritardi e disservizi, che hanno provocato le rimostranze del Comitato pendolari di Cerveteri, che ha chiesto l’ intervento diretto del Comune e della Regione. «Nonostante le precedenti e ripetute segnalazioni ?si legge nella nota del Comitato – ancora una volta dobbiamo denunciare i gravi e persistenti disservizi del Cotral. Esasperando gli utenti che quotidianamente da Cerveteri e Ladispoli devono necessariamente spostarsi con i pullman per raggiungere i luoghi di lavoro e studio, ma senza avere la benché minima certezza di poterli raggiungere. Abbiamo inviato la nota di proteste al presidente regionale Zingaretti ed al sindaco di Cerveteri, Pascucci, sollecitando interventi immediati per tutelare centinaia di pendolari che pagano il biglietto e l’ abbonamento non avendo un servizio adeguato. E’ inammissibile lasciare per ore la gente alle fermate di pullman che spesso non arrivano». Ad accendere la rabbia degli utenti sono state soprattutto le non preannunciate soppressioni delle corse anche durante i ponti di Pasqua e del primo maggio che hanno lasciato i viaggiatori a piedi. «Invitiamo il management del Cotral ? prosegue la nota del Comitato pendolari ? ad operare una seria riflessione sul delicato momento che stiamo vivendo in cui, per le crescenti difficoltà economiche di molte famiglie, il trasporto pubblico è divenuto ormai l’ unico modo per recarsi al lavoro ed a scuola. Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox