13 Maggio 2012

La riforma dei ticket Il Codacons dice no

La riforma dei ticket Il Codacons dice no

Torino “Siamo a livello di una proposta, non è una decisione assunta. Una proposta che va nel senso, come da tempo annunciato, di rendere il sistema della compartecipazione più equo e trasparente e tendenzialmente omogeneo”. Si è espresso così il ministro della Salute, Renato Balduzzi, in merito all’ ipotesi di riforma del meccanismo dei ticket, a margine di un convegno sulla terapia del dolore in corso a Torino. “La situazione attuale presenta profili di iniquità e di opacità e tendenziale disomogeneità – aggiunge Balduzzi -. Questo è il progetto, questo è l’ obiettivo, nelle prossime settimane ci saranno gli approfondimenti e i confronti”. La presidente del Pd Rosy Bindi, dopo aver espresso soddisfazione per i segnali “importanti soprattutto per il Mezzogiorno”, ha espresso qualche preoccupazione sull’ annunciato nuovo sistema di ticket sanitari. Parlando a margine di un’ assemblea dei circoli toscani, Bindi ha sottolineato come il Pd “vuole approfondire meglio con il governo” questo tema. Una proposta “assurda e irricevibile”. Così il Codacons giudica la proposta del ministro Balduzzi, di prevedere una franchigia legata ai redditi in sostituzione dell’ attuale meccanismo dei ticket. “Si tratta di una proposta assurda e irricevibile, che danneggerebbe enormemente i cittadini che pagano le tasse – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi -. Con tale franchigia, infatti, il ministro introdurrebbe una nuova imposta a carico di chi già paga le tasse”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox