fbpx
14 Settembre 2010

La realtà supera spesso la fantasia e il primo giorno di scuola in Umbria non fa eccezione

PERUGIA – La realtà supera spesso la fantasia e il primo giorno di scuola in Umbria non fa eccezione. Si va dalle rituali emozioni dei bimbi delle elementari, ai problemi grandi i piccoli che ogni anno si affacciano con l’ avvio. In più ci sono gli effetti della riforma. Al grido d’ allarme del Codacons che ha diffidato ministero e Ufficio scolastico a mettere in sicurezza centinaia di edifici, si aggiunge la protesta dei precari (a Terni si sono incatenati), i problemi di trasporto e quelli del sovraffollamento delle classi. A Perugia in una scuola i corridoio sono a numero chiuso. SERVIZI ALLE PAGINE 32, 36 e 42.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox