14 Maggio 2015

La procura di Bari indaga per incendio colposo torna la paura dopo i morti sulla “Norman”

La procura di Bari indaga per incendio colposo torna la paura dopo i morti sulla “Norman”

Le immagini della Noman Atlantic  fumante e dei cadaveri recuperati in mare durante il naufragio sono ancora troppo recenti per essere dimenticate. A distanza di quasi cinque me- si di nuovo fiamme a bordo di un traghetto in transito nell’ Adriatico. Ancora un rogo le cui cause dovranno essere ac- certate dalla magistratura. Nel caso della Norman Atlantic fu il porto di Brindisi a gestire l’emergenza. Poi il traghetto fu spostato a Bari. In questa occasione e’ il porto di Bari ad accogliere una nave che ha su- bito il morso del fuoco. Ma questa volta, fortunatamente, nessuna vittima, solo tanta pau- ra. La nave ‘Francesca’ della li- nea Adria Ferries, partita da Bari alle 23.15 di martedì sera e diretta a Durazzo dove sarebbe dovuta attraccare alle 8 di ieri mattina, ha interrotto il suo viaggio dopo appena un’ ora. Un principio di incendio nella sala macchine, avvenuto a sette miglia dalla costa di Ba- ri, ha messo fuori uso i motori e ha costretto il traghetto a far ritorno nel porto del capoluo- go pugliese, dove è arrivato all’ alba trainato da rimorchiatori. «La nave era vecchia e obsoleta» ha commentato uno dei passeggeri. «Abbiamo creduto di morire, di fare la stessa fine della Norman Atlantic» ha detto un altro. Era buio. I passeggeri sono stato svegliati nella notte, portati alle scialuppe con giubbotti salvagente. Non hanno visto le fiamme ma fumo e puzza di bruciato. Donne e bambini piangevano. Qualcuna ha anche avuto un malore. Le fiamme sono state spente in meno di un’ ora con estintori dal personale di bordo e «non e’ stato necessario – spiega la compagnia – evacuare il traghetto». Sul rogo, forse causato da una dispersione di nafta, • L’ associazione per la difesa dei diritti dei consumatori Codacons ha deciso di denunciare le autorità di controllo e la compagnia del traghetto Francesca. Codacons chiede dati dettagliati sulle verifiche di sicurezza eseguite sul traghetto e che ci sia subito il risarcimento per i passeggeri «che possono chiedere i danni» contattando l’ associazione. «Nuovo incidente nei mari italiani e ancora una volta un traghetto che va in fiamme mettendo a rischio – evidenzia Codacons- l’ incolumità di passeggeri ed equipaggio. Un episodio che pone nuovamente in primo piano la questione della sicurezza delle imbarcazioni che solcano le acque italiane».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox