fbpx
11 Dicembre 2017

La parola d’ ordine è hi-tech

Addio a pantofole, cravatte, pigiami. Il regalo più in voga è quello Hi-Tech, lo confermano anche i dati del Codacons che da diversi anni registra un trend in crescita costante: gadget & co sono i più amati dagli italiani. E anche nel caso di un budget ridotto non mancano le idee. L’ importante è evitare di terrorizzare la nonna regalandole un puntatore laser se non è una Tech-lover. Genitori smart L’ ideale per la mamma, o il babbo, ultra impegnati con il lavoro ma che non rinunciano a cucinare manicaretti per tutta la famiglia è la cuociriso di Xiaomi a circa 70 euro (anche meno in alcuni store online). La particolarità di questa cuociriso è che si connette con lo smartphone del proprietario che può decidere da solo quando attivarla o meno e controllare le varie fasi di cottura come se si fosse davanti ai fornelli. Costa oltre 200 euro ma è una vera chicca e magari facendo una colletta con fratelli, sorelle e magari anche l’ altro genitore, potreste regalare al vostro babbo o alla mamma «Lo smart writing Set» di Moleskine. Un regalo che permette di avere automaticamente una copia digitale dei propri appunti. In poche parole grazie alla tecnologia Ncoded, la Pen+, la penna smart di Moleskine, riconosce il punto esatto in cui si trova sul taccuino e trasferisce una copia di parole e disegni sull’ app Moleskine Notes. Figli social Oltre a giocattoli e robot smart potreste regalare loro un romanzo sinfonico. Si tratta de «Il presepe dei desideri» creato dalla startup pugliese Vesepia che fa in modo che i bambini leggano la storia dei quattro ragazzini protagonisti alla ricerca della soluzione di un oscuro mistero. La particolarità è che sul’ app gratuita per chi acquista il libro (a soli 12 euro online) si potranno ascoltare canzoni create ad hoc per questa sorta di «romanzo sinfonico per bambini». Invece per la generazione del pollice, sempre pronta a condividere momenti speciali e ad aggiungere un like, ci sono una serie di macchine fotografiche estremamente «social». Come la Polaroid Snap Touch, che scatta e «stampa» le foto con la tecnologia Zink Zero Ink che non usa inchiostro ma solo la carta adesiva che si inserisce al suo interno. Questa Polaroid 2.0 (il costo è attorno ai 170-180 euro) invia anche le immagini sul vostri smartphone così da poterle condividere in contemporanea sui social. Più economiche e le preferite delle giovani blogger sono le Instax Fuji i cui prezzi partono dai 60 euro in poi a seconda dello stile e del colore. Ovviamente fotocamere a dimensione di selfie. Se invece amano la musica e Star Wars non possono mancare le cuffie il cui design ricorda tutti i personaggi più simpatici (costo 20 euro). Sempre connessi Se il vostro partner, marito, moglie o fidanzato che sia, è sempre in giro armato di smartphone e tablet cavetti e ricariche sono d’ obbligo e ci son diverse soluzioni che impacchettate potrebbero sorprendere il destinatario. Per chi ha in mano il cellulare dal momento del risveglio, quando lo cerca a tentoni sul comodino fino al momento di dormire quando a malincuore lo posa, c’ è il WonderCube, il cubo delle meraviglie che è una sorta di coltellino svizzero 2.0. Piccolissimo e leggero cubetto che include un caricatore, un lettore di microSd da 16, 32 o 64Gb, un cavetto in grado di sincronizzare il vostro smartphone con il computer, una micro torcia, uno stand per smartphone e tablet e anche una memoria esterna Usb. I prezzi e le funzioni sono varie, ma sempre tantissime, ma si può trovare a partire dai 40 euro fino ai 70. Per stupire invece il consiglio è regalare una «Laser keyboard chain», portachiavi che proietta una tastiera qwerty laser collegata via Bluetooth con il proprio device così che possa riconoscere i tasti «pigiati». Il prezzo? Circa 30 euro. Amici simpatici Un floppy disk dall’ aria vintage, un cupcake o un maxi biscotto. Sono gli scaldatazza Usb di Mustard che si possono trovare su Amazon a partire da 6 euro e che una volta collegati al computer permettono di tenere in caldo il tea o il caffè. L’ ideale per le lunghe giornate in ufficio, specialmente in inverno. Il costo è così competitivo che vi permette anche di regalarne più di uno, tutti diversi, così che nessuno possa sentirsi trascurato.
paola cacace

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox