2 Giugno 2017

«La neonata non è morta a causa del vaccino»

LAGONEGRO. Non sarebbe morta per il vaccino esavalente la bimba di Praia a Mare deceduta l’ anno scorso all’ ospedale di Lago negro. Torna a ribadirlo la Procura di Lagonegro che già all’ epoca aprì un’ inchiesta e ordinò l’ autopsia. L’ esame autoptico, eseguito il 20 settembre dell’ anno scorso, avrebbe dimostrato l’ assenza di legame tra il vaccino e il decesso della neonata che invece sarebbe morta per una malformazione congenita. Nonostante questo, nei giorni scorsi, il Codacons ha depositato un esposto alla Procura di Potenza perché svolga accertamenti per stabilire l’ eventuale collegamento tra il vaccino e la morte della piccola. Dopo la presentazione dell’ esposto da parte dell’ associazione dei consumatori, anche la Regione si è affrettata a smorzare le preoccupazioni. «Non vi è ancora alcun nesso certo di causalità tra decesso e vaccino», ha precisato l’ altro ieri Donato Pafundi, dirigente generale del Dipartimento politiche della persona. Il caso della bimba di Praia a Mare morta a settembre del 2016 all’ ospedale di Lagonegro era stato già segnalato dalla Gazzetta all’ epo ca dei fatti. Sette persone (sei medici e un’ in fermiera) erano stati indagati. Un’ autopsia era stata disposta per capire se ci fosse un legame tra la morte della neonata di quattro mesi e la profilassi a cui era stata sottoposta tre giorni prima del decesso. La bimba, subito dopo, aveva accusato febbre alta, gonfiori ad un braccio e difficoltà respiratorie. Stando a quanto trapela dagli ambienti giudiziari, i pm di Lagonegro avrebbero escluso il legame tra il vaccino e il decesso proprio in seguito a quanto stabilito dall’ autop sia. Infatti, non vi furono blocchi cautelativi del vaccino, e da alcuni test fatti fare nell’ immediatezza non risultarono contaminazioni né difetti di produzione. Di conseguenza anche l’ elenco degli indagati si sfoltisce. Per cinque medici sarebbe in arrivo la richiesta di archiviazione mentre altri due rimarrebbero ancora sotto indagine per omicidio colposo. Non si sarebbero accorti della malformazione che la piccola si portava dietro dalla nascita. Sul caso il Codacons aveva annunciato nei giorni scorsi di aver presentato un esposto alla Procura di Potenza. «Non mettiamo in discussione l’ importanza dei vaccini né affermiamo che il decesso sia avvenuto a casa della vaccinazione, ma vogliamo vederci chiaro e ottenere trasparenza totale in favore della famiglia», aveva scritto in un comunicato l’ associazione dei consumatori. A presentare la denuncia alla Procura di Lagonegro perché venisse fatta chiarezza furono i genitori della piccola. La tragedia avvenne il 18 settembre dell’ anno scorso.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox