21 Novembre 2020

La morte del dottor Brando Il dolore e la rabbia dei medici di famiglia

LA STORIA P E R U G I A Stefano Brando, perugino, 62 anni, è il primo medico umbro morto di Covid. Anzi, il primo medico di famiglia. Ci tiene a precisarlo l’ordine dei Medici della provincia di Perugia, guidato da Graziano Conti nel darne notizia. Ci tengono i colleghi della Fimmg a sottolineare che Stefano Brando era uno di loro, non solo per l’impegno della sigla che riunisce i medici di base. Uno di quelli che non si è fermato neanche davanti alla casa di un paziente che magari poteva avere il Covid- Brando, all’ospedale di Perugia, si era negativizzato. Ma le complicazioni legate al virus lo hanno ucciso. Lascia la moglie e tre figli( ha seguito le orme del papà). I funerali si terranno oggi alle 15 nella chiesa di Ponte d’Oddi Una vita passata con i suoi mutuati, la casa a Elce, attivo nel sindacato Fimmg e nella Simg, la Società scientifica della medicina generale. Operava nell’ambito dell’Aft (Aggregazione funzionale del territorio) di Madonna Alta e aveva la stima di tanti colleghi che ieri si sono fermati a riflettere. «Per noi la situazione è pesantissima, dice Leandro Pesca, segretario Fimmg per la provincia di Perugia. All’Ordine della Provincia di Perugia sono stretti nel dolore, ma anche amareggiati. Lo raccontano così: «Al nostro Ordine è addirittura arrivata una segnalazione da parte del Codacons che in un giorno, avendo contattato, nell’arco di sette minuti, cinque medici della nostra città, all’inizio dell’orario di ambulatorio, non ha ricevuto da due immediata risposta. Ebbene la risposta è quella di chi, come Stefano Brando, ogni giorno paga con la morte sul lavoro il proprio tributo di sangue per assistere i cittadini». Brando lo ricorda con affetto il segretario regionale della Fimmg Sabatino Orsini Federici: «Per la sua memoria e per il suo sacrificio adoperiamoci tutti, ciascuno nei propri ruoli e responsabilità, perché non ci siano altri fi- altre mogli, altri colleghi, altri amici a rimanere nel pianto e nel dolore. La Fimmg per Stefano è stata una famiglia a cui ha dato tanto”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox