22 Dicembre 2004

“La Gela-Catania non è sicura“ Il Codacons invoca la chiusura

“La Gela-Catania non è sicura“ Il Codacons invoca la chiusura

Dopo l`incidente che ha provocato la morte del niscemese Franco Cortes scattano le reazioni. “Queste disgrazie si possono evitare con il raddoppio della corsia“

La statale 117 bis è tornata ad essere triste teatro di incidenti mortali. Dopo l`ennesimo sinistro, che ha provocato la morte del niscemese Francesco Cortes, di 53 anni, si ripropone la sicurezza di una strada che non riesce a scollarsi di dosso l`etichetta di “strada della morte“. Sull`episodio sono intervenuti Codacons Sicilia e Lista Consumatori, che tornano a chiedere ai responsabili interventi drastici e immediati per incrementare il livello di sicurezza della statale “minacciando, in caso contrario, di chiedere la chiusura dell`arteria. Basta con queste disgrazie che potrebbero essere benissimo evitate – affermano le due associazioni – intervenire significa innanzitutto tutelare la sicurezza degli automobilisti e la loro vita, ormai troppo spesso messa a repentaglio“. Francesco Cortes viveva a Niscemi in via Rosso San Secondo. Era celibe. Lavorava presso una ditta di pulizie a Gela. Non sono invece gravi le condizioni dei feriti. Nella Fiat Ritmo coinvolta c`erano due extracomunitari originari del Senegal, Ndiaye Ass di 16 anni, ed il conducente Cheikh Ndiaye Mbacke, di 63 anni, che si è procurato varie fratture. Nella monovolume invece c`era Stefano Borsorio, originario di Grotte, ma residente in città. Due gli occupanti feriti dell`autocarro che trasportava bibite, Giovanni Iozzia, di 26 anni, di Niscemi e Vincenzo Giannone, di 56 anni, che ha sbattuto violentamente il capo contro la cabina dell`autocarro. Il traffico in entrambi i sensi di marcia è stato bloccato per quasi un`ora. Sia le auto private che i mezzi pubblici hanno dovuto deviare per Mazzarino. Un mese fa, in due incidenti verificatosi a distanza di poche ore, persero la vita tre persone, una delle quali di Gela, l`imprenditore Felice Commendatore . Per la statale Catania-Gela il vice ministro alla Infrastrutture e ai Trasporti, Ugo Martinat, assicurò l`incremento dei finanziamenti .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox