26 Novembre 2019

La fila dei 450 ai colloqui: in palio un posto nel cantiere di Panzano

monfalcone, al giorno del reclutamento presente il 3,5% dei contattati. tutti uomini, oltre metà stranieri
Laura BlasichMONFALCONE. L’ assalto al municipio di Monfalcone per partecipare al nuovo reclutamento dell’ indotto della navalmeccanica inizia riempiendo piazza della Repubblica. Ben prima delle 10, ora della presentazione dell’ iniziativa organizzata dal Comune con Regione e Fincantieri, sono oltre 300 le persone in attesa. Unico denominatore comune: tutti uomini alla ricerca di lavoro. I profili richiesti sono del resto saldatore, carpentiere e tubista. Tra i candidati, a fine giornata 450, ex lavoratori Eaton che non hanno ancora trovato impiego stabile e altri interessati oltre i 40 anni, ma anche diversi giovani. E tantissimi stranieri: alla fine più della metà dei presenti, a quanto indicato da una stima delle aziende interessate. All’ ingresso il personale dell’ Agenzia regionale per il lavoro e del Centro per l’ impiego di Monfalcone che ieri ha effettuato registrazione, vaglio dei curricula e smistamento dei candidati tra le 14 ditte presenti a seconda dei profili o all’ Enfap, in caso di mancanza delle competenze richieste.Il Recruiting Day, su scala regionale, ha portato a Monfalcone anche persone da Udine, Trieste, Bassa friulana e Isontino. L’ Agenzia regionale per il lavoro aveva coinvolto, tra sms e mail, circa 13 mila residenti candidabili a un posto nell’ indotto Fincantieri. La risposta è arrivata dunque dal 3,5% della platea, pari comunque a più del doppio dei profili, in tutto 155, ricercati dalle aziende attive dentro il cantiere navale di Panzano.Alla chiamata si sono poi presentati diversi cittadini senza le caratteristiche richieste, ma decisi a giocarsi le loro chance per riavere un lavoro. C’ è chi, come un 46enne di Gorizia, l’ ha avuto per due anni, anche se con paga “slovena”, in un call center insediato a Nova Gorica da un imprenditore italiano che poi all’ improvviso ha deciso di delocalizzare tutto in Cechia. «Gli altri, quelli coi profili richiesti sono andati ai colloqui, io mi sono iscritto ai corsi di formazione», ha detto ieri, uscito dal municipio.Regione e sistema di formazione professionale hanno deciso di sostenere l’ incrocio tra domanda e offerta di lavoro, mettendo a punto percorsi formativi ad hoc sui quali in 150 sono stati dirottati. «I primi due corsi, di saldatore e carpentiere da 520 ore (di cui 160 di stage in azienda), gratuiti, partiranno il 9 dicembre, per essere poi replicati a marzo», spiega la direttrice Enfap Fvg Carmen Segon. A metà febbraio partirà quello da tubista, da 600 ore (di cui 180 di stage in azienda), che accoglierà 15 iscritti al massimo, come i percorsi per saldatori e tubisti. All’ appuntamento si sono presentate però anche persone già formate. Giovani che hanno usato il progetto Pipol della Regione per acquisire le competenze necessarie, e anche lavoratori di lunga esperienza nel settore. «È quello che siamo noi: 23 anni di lavoro nell’ indotto e poi ci hanno scartato a favore degli stranieri, perché costano meno», hanno reclamato alcuni monfalconesi di origini campane, intavolando un’ accesa discussione col segretario della Cgil isontina, Thomas Casotto, in piazza per verificare, con altri esponenti del sindacato, l’ andamento del reclutamento.Eppure tra i 450 ieri in attesa di un’ occasione di colloquio c’ erano anche moltissimi bengalesi. «A noi il lavoro l’ hanno tolto i rumeni», ha mormorato qualcuno di loro. «Forse sarebbe ora che la politica la finisse di fare battaglie sulla pelle dei lavoratori e affrontasse la questione unita, per dare risposte», ha detto Luca Sterle, ex delegato Fiom nella Rsu Eaton, ancora senza lavoro a quasi due anni dalla chiusura della fabbrica, mentre il presidente dell’ associazione Acquirenti Pierluigi Chiarla (ex Codacons) si è chiesto se «le modalità con cui è stato effettuato il reclutamento siano le migliori nell’ interesse di chi si trova a dover cercare un lavoro». — BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox