4 Febbraio 2005

La febbre per il 53 sulla ruota di Venezia non si placa

LOTTO

La febbre per il 53 sulla ruota di Venezia non si placa. Il numero ?maledetto? non esce da oltre 180 estrazioni e chi lo insegue non molla, anzi punta sempre di più, come insegnano le regole del lotto. A nulla servono gli appelli delle associazioni dei consumatori e del Codacons, che ha addirittura presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Venezia per chiedere di sequestrare il 53 giudicandolo «pericoloso».
Il numero ritardatario infatti ha già causato l`omicidio-suicidio di un assicuratore in pensione, di sua moglie e suo figlio a Signa e il suicidio di una donna a Carrara.
L`associazione dei consumatori ha anche chiesto al Governo un decreto urgente che blocchi le giocate del lotto sul numero, un pò come accade a Piazza Affari quando si sospendono le contrattazioni su un titolo per eccesso di rialzo.
Al Superenalotto, al Lotto, alla Tris, al Totip e ai concorsi a pronostici gli italiani hanno speso, nel 2004, qualcosa come 24 mld di euro, poco meno del 2% del Pil.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox