23 Dicembre 2001

La denuncia del Codacons «La privacy non è tutelata»

Malgrado i correttivi richiesti e ottenuti dal Garante della privacy, esiste in questo censimento un problema di segretezza dei dati, che il Codacons (Coordinamento della associazioni per la tutela dei consumatori) denuncia con forza: «Le attuali procedure di ritiro dei moduli, che spesso devono essere lasciati in portineria, non danno alcuna garanzia». Il Codacons cita il caso di una trentenne di Cosenza lasciata dal fidanzato quando la portinaia, sbirciando nel modulo, scopre e dirama due dati sensibili: A) la giovane in realtà ha 40 anni. B) ha già un matrimonio e un divorzio alle spalle. Così il Codacons promette assistenza legale a tutti i cittadini che, non avendo restituito il modulo per difendere la propria privacy, venissero multati. «Ma le sanzioni – ribatte Paolo Arvati, direttore dell?ufficio statistico di Genova – ci saranno solo per chi si ribella all?accertamento, non per chi è vittima di ritardi o disguidi». I «ribelli» comunque non mancano. In 200 nel Cagliaritano, non limitandosi a rifiutare il modulo, hanno malmenato il rilevatore.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox