14 Giugno 2002

LA CURIOSITÀ

E il Codacons denuncia il segnalinee malese

Roma. Il Codacons dice ancora basta agli errori arbitrali. «Troppo spesso – si legge sul comunicato emesso nel corso della gara tra Italia e Messico – sviste e imprecisioni degli arbitri arrecano ingenti danni alle squadre di calcio, facendo perdere partire importanti. E se la giustizia sportiva non può intervenire occorre che gli arbitri paghino i danni provocati. Ed è proprio ciò che l`associazione si accinge a fare in relazione alla partita di calcio di oggi, indipendentemente dal risultato finale dell`incontro. La prova televisiva, infatti, ha dimostrato che il fuorigioco segnalato da uno dei guardalinee (il malese Awang Hamat Mat Lazim, ndr) presenti sul campo di calcio, che ha annullato il gol segnato al Messico dall`Italia, era inesistente. Proprio le riprese televisive, quindi, palesano l`errore del guardalinee. Il comportamento di quest`ultimo ha evidentemente procurato un ingiusto e incalcolabile danno all`Italia, agli italiani, a tutti i tifosi della Nazionale e agli utenti sportivi in generale, indipendentemente da come si concluderà la partita, calpestando la dignità, l`entusiasmo e l`onore di questi soggetti. E visto che la giustizia sportiva non può fare niente, interviene il Codacons, che annuncia una clamorosa iniziativa. L`associazione poterà il guardialinee responsabile dell`errore davanti a un giudice chiedendo un risarcimento danni di un milione di euro. Tutto ciò ai sensi dell`articolo 2043 del codice civile che afferma: `Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il dannò. E l`associazione invita anche la Lega Calcio a intraprendere iniziative analoghe a quella del Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox