11 Luglio 2003

La corsa agli acquisti non riesce ancora a ingranare la quarta



PERUGIA ? Ieri i saldi hanno tagliato il nastro di partenza in tutta l`Umbria. Ma sembra una partenza «con il freno a mano». Gli addetti ai lavori parlano infatti di un debutto un po` lento, e anche le associazioni dei consumatori, dal loro osservatorio, ammettono che la corsa agli acquisti non ha ancora ingranato la quarta. Perchè la stagione dei ribassi stenta a decollare? Dove sono finite le file davanti ai negozi per comperare l`occasione del momento? Per Salvatore Lombardi (Federconsumatori) siamo ancora in un periodo di crisi. «I consumatori sono molto attenti e cauti, sia per la mancanza di liquidità, sia per un fattore psicologico che ha fatto venire meno l`entusiasmo dell`acquisto». A rallentare la corsa ai saldi, anche e soprattutto il caro euro. Le associazioni dei consumatori non hanno dubbi. «I prezzi sono talmente lievitati durante l`anno ? prosegue Lombardi ? che per i consumatori è difficile recuperare il potere d`acquisto pur se a prezzo scontato». Anche Carla Falcinelli,vice presidente Codacons, parla di «sfiducia dei consumatori per i prezzi troppo elevati. Le vacanze alle porte, anche quelle molto care, hanno fatto il resto, frenando ulteriormente le compere estive». Falcinelli, comunque, non si stupisce più di tanto. «Il trend dei saldi in corso ? spiega ? ricalca quello invernale, conclusosi con il segno meno sia per i consumatori che per i commercianti». Insomma prezzi ancora troppo cari nonostrante i ribassi? «Senz`altro sì. E la colpa è di chi ha ingenerato l`equivoco di un euro uguale mille lire, provocando questi rincari da brivido», conclude Falcinelli. Ma c`è anche chi torna alla vecchia lira. Come un negoziante di via Palermo che con 149mila lire propone tre capi a scelta. Alla faccia del caro euro…


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox